80 organizzazioni europee e americane colpite dai dazi di ritorsione

Reading Time: 1 minute read

Più di 80 organizzazioni europee e americane colpite dai dazi di ritorsione UE-USA hanno inviato una lettera al presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e al presidente degli Stati Uniti Biden sollecitando la rimozione permanente dei dazi sui settori estranei alle controversie commerciali transatlantiche in corso.

Le organizzazioni , che spaziano dai prodotti agricoli ai beni di consumo e industriali, accolgono con favore la recente sospensione di quattro mesi dei dazi dell’UE e degli Stati Uniti che erano stati imposti a seguito delle controversie di lunga data sui grandi sussidi per gli aeromobili civili.

Le tariffe hanno particolarmente colpito il commercio dello scotch whisky , così come alcune altre bevande dell’UE come il cognac e il vino.

Una sorta di cessate il fuoco è stata concordata all’inizio dell’anno per quattro mesi, ma la speranza dei produttori di tutto il settore è che queste tariffe commerciali punitive possano essere eliminate definitivamente.

Il 1 ° giugno ci sarà la seconda ondata di tariffe di ritorsione nella controversia sull’acciaio e l’alluminio. Le organizzazioni chiedono una sospensione delle tariffe di ritorsione in altre controversie, mentre entrambe le parti elaborano una soluzione più permanente.

Fonti

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.