La Pasqua religiosa ai tempi del Coronavirus

Reading Time: 1 minute read

Il Coronavirus sta costringendo cambiamenti senza precedenti alle celebrazioni della Pasqua Cristiana ed ebraica, con molte istituzioni religiose che spostano i loro servizi online.

La Pasqua, la festa più importante del cristianesimo, cade il 12 aprile di quest’anno. Nella Chiesa cattolica, dove il giorno è preceduto dalla Settimana Santa, che comprende una serie di messe speciali e altri servizi, diverse diocesi non celebreranno più alcuna funzione religiosa con la presenza dei fedeli.

Negli ultimi 2000 anni, la Chiesa cattolica ha resistito a guerre, catastrofi naturali e piaghe.

Mentre l’Italia affronta una delle sue sfide più gravi negli ultimi anni nella pandemia di coronavirus, la ricca storia della chiesa contiene lezioni su come vivere la fede cattolica in tempi di crisi.

La pandemia del coronavirus 2019-2020 ha avuto un impatto sulla religione in vari modi.

Molte chiese, sinagoghe, moschee e templi hanno offerto il culto attraverso livestream in mezzo alla pandemia.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.