Apple cerca spostare produzione iPad e MacBook da Cina a Vietnam

Reading Time: 1 minute read

Apple sta cercando di spostare parte del suo lavoro di produzione per iPad e MacBook dalla Cina al Vietnam, secondo un rapporto di Reuters , che afferma che la società ha chiesto a Foxconn di realizzare una transizione.

La produzione dovrebbe iniziare nella provincia di Bac Giang di Foxconn il prossimo anno, ma è chiaro che Apple vuole diversificare la sua catena di approvvigionamento a causa della disputa in corso tra Stati Uniti e Cina sul commercio.

La pubblicazione non ha specificato i modelli dei suddetti dispositivi che l’azienda vuole che siano realizzati in Vietnam, né sono stati in grado di fornire dettagli sulla percentuale di produzione che vuole dalla Cina.

L’India opera da tempo anche come hub per l’assemblaggio di vari modelli di iPhone. Quest’ultimo rapporto si è formato prima della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, ma aiuta Apple a rispettare le normative locali sulle importazioni.

Secondo Nikkei, Foxconn sta pianificando di investire 270 milioni di dollari in Vietnam per espandere la capacità di produzione nelle località all’interno del paese, poiché è pronta a spostare oltre il 30 percento delle sue linee di produzione fuori dalla Cina.

Anche la Taiwan Compal Electronics e la cinese BYD Electronic International Co Ltd sono tra le società che assemblano iPad in Asia.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.