Atollo autonomo a emissioni zero per il porto di Rotterdam

Reading Time: 2 minutes read

Wärtsilä fa parte di un’alleanza internazionale, guidata dall’Autorità del porto di Rotterdam , che questo mese ha ricevuto quasi 25 milioni di euro di finanziamenti UE per implementare progetti volti a una logistica portuale sostenibile e intelligente. Ciò comporta lo sviluppo di un grande piano che stabilisce come rendere il trasporto all’interno, da e verso i porti senza emissioni di carbonio entro il 2050.

Mentre vengono avanzati numerosi combustibili verdi e vettori energetici, i partner hanno anche avviato una serie di progetti di digitalizzazione e automazione in relazione alla transizione energetica volti a incoraggiare le imprese a migliorare la sostenibilità della loro logistica.

Il progetto di ricerca, soprannominato MAGPIE (sMArt Green Ports as Integrated Efficient multimodal hubs) è nato dalla collaborazione tra le autorità portuali di Rotterdam, DeltaPort (Germania), HAROPA (Francia: La Havre, Rouen, Parigi) e Sines (Portogallo) , in collaborazione con 10 istituti di ricerca e oltre 30 aziende nei Paesi Bassi, Germania, Francia, Portogallo e Danimarca.

Wärtsilä, che è il più grande partner industriale di MAGPIE, riceverà la maggior parte della sovvenzione per un sottoprogetto per dimostrare una navetta container inter-terminale intraportuale autonoma commercialmente per affrontare un collo di bottiglia emergente per il trasporto interno di container.

L’installazione includerà molte delle ultime soluzioni Wärtsilä; tra cui SmartMove Suite, che fornisce un abbinamento unico di tecnologia dei sensori con sistemi di navigazione per il movimento sicuro e automatizzato della nave. Le soluzioni autonome di Wärtsilä sono state provate e testate con successo nelle acque più trafficate e altamente congestionate prima, sia in complesse vie navigabili interne che in porti internazionali come Singapore. Quindi, possono gestire in sicurezza un volume di traffico elevato in base alla progettazione.

Per elevare il livello di ambizione per una tale chiatta non solo per essere intelligente, ma anche priva di emissioni, la propulsione elettrica sarà abilitata per mezzo di un treno di trasmissione elettrico e una soluzione innovativa di contenitore della batteria intercambiabile, che viene caricata utilizzando energia rinnovabile.

Wärtsilä ha attinto alla sua esperienza nelle vie navigabili interne per creare i contenitori per batterie più efficaci, qualcosa a cui il produttore di birra, Heineken, ha già aderito come un modo a emissioni zero per spostare 45.000 contenitori di birra all’anno fino al porto di Rotterdam.

Le più grandi economie del mondo hanno grandi speranze di risolvere alcune delle loro sfide legate ai gas serra e le loro strozzature infrastrutturali con spedizioni intelligenti. Dal 2015 e in combinazione con uno sforzo per ridurre il trasporto via terra, l’UE ha mirato a un aumento del 25% del trasporto merci tramite il trasporto marittimo a corto raggio prima del 2030. Riteniamo di poterlo consentire. Utilizzando la nuova tecnologia, trasformeremo il trasporto marittimo a corto raggio e interno in un collegamento più sicuro, pulito ed efficiente nella catena logistica, con una maggiore accessibilità a coloro che ne hanno bisogno. Ecco perché stiamo automatizzando le operazioni “, afferma Sean Fernback, Presidente, Wärtsilä Voyage.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.