Australia, Prepaid Financial Services acquistata da EML Paymentsper 327 milioni di euro

Reading Time: 1 minute read

Prepaid Financial Services con sede a Co Meath è stata acquistata da EML Payments in Australia con un accordo del valore di 327 milioni di euro. Il fornitore di soluzioni di pagamento ha affermato che l’accordo includerebbe anche una componente aggiuntiva di guadagno se Prepaid Financial raggiungesse determinati obiettivi di guadagno.

Prepaid Financial Services fornisce e-wallet e software di banca digitale tra gli altri servizi.

Oltre alla sua base irlandese a Navan, dove impiega oltre 100 dei suoi 180 dipendenti, la società ha uffici a Malta, Londra e Manchester.

A settembre, la società ha dichiarato che avrebbe assunto altre 50 persone in un investimento di svariati milioni di euro in un nuovo edificio a Trim, nella contea di Meath.

La società ha dichiarato che tali piani continueranno a seguito dell’acquisizione e ha suggerito che l’accordo potrebbe anche portare a ulteriori investimenti in Irlanda in futuro.

Fondata nel 2008 da Noel Moran, PFS è uno dei maggiori emittenti di moneta elettronica in Europa ed è ora attivo in 25 paesi.

Noel e sua moglie Valerie possiedono oltre l’84% dell’azienda, mentre il personale ne detiene collettivamente l’11%.

EML ha dichiarato che l’accordo per PFS genererà sinergie per circa 6 milioni di dollari australiani all’anno.

rte.ie

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.