Beni di lusso: Coronavirus, effetti su moda e orologeria

Reading Time: 1 minute read

Il cosiddetto mercato parallelo o “grey market”, sfrutta in maniera legale alcune anomalie di mercato, si contraddistingue non solo in piazze di vendita storiche per traffico turistico -Venezia, Verona, Milano, Roma, Firenze – dove sarebbe più facile nascondere i flussi e volumi di merce all’interno di grandi volumi di vendite normali, ma anche e soprattutto nella provincia Italiana. Si può dire che il business del parallelo ormai da anni sta salvando i conti di tanti multimarca e department stores Italiani.

Le categorie merceologiche coinvolte nel business del parallelo sono molteplici: dalla profumeria/cosmetica all’hard luxury (gioielleria e orologeria) passando ovviamente per pelletteria e abbigliamento moda. Nessun marchio del lusso, Italiano o straniero, con una componente di distribuzione intermediata tramite wholesale o dealers concessionari può considerarsi escluso dal parallelo o “grey market” che dir si voglia.

Per molti retailers multimarca Italiani del lusso è innegabile che la componente del business online sia cresciuta in maniera esponenziale negli ultimi anni (vedi articolo Farfetch e multimarca Italiani), crescita però non sufficiente in questo momento per compensare il blocco del business parallelo e le vendite offline ferme.

I costi delle vendite online però sono alti se si vuole utilizzare il network Farfetch, per via delle commissioni sulla singola vendita nel range dal 20 al 25% sul prezzo di vendita. Alternativamente, se si vuole creare un sito e-commerce diretto i costi di marketing digitale per ottenere visibilità e rivaleggiare con i giganti internazionali (come Yoox, Net-a-Porter, Farfetch, Chrono24 e similari) sono ancora maggiori rispetto ad utilizzare un marketplace.

FONTE : professional-luxury

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.