Bielorussia, disordini post-elettorali: revocato accreditamento numerosi giornalisti

Reading Time: 1 minute read

Le autorità bielorusse hanno tolto l’accreditamento ad almeno 17 giornalisti di importanti testate giornalistiche straniere che hanno seguito le turbolenze del paese a seguito delle contestate elezioni presidenziali.

I giornalisti presi di mira includono dipendenti delle principali testate giornalistiche occidentali, tra cui RFE / RL, BBC, Associated Press, Reuters, Agence-France Presse, la televisione tedesca ARD, Deutsche Welle e Radio France. Senza accreditamenti, i giornalisti non sono legalmente autorizzati a raccogliere notizie all’interno del paese.

Due giornalisti dell’Associated Press con sede a Mosca sono stati deportati.

Un portavoce del capo della politica estera dell’Unione europea Josep Borrell ha condannato la revoca delle credenziali di stampa.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.