Bordeaux, Pantone collabora con Famille Bouey su vino rosé

Reading Time: 1 minute read

Pantone, con sede nel New Jersey, ha firmato un accordo di cooperazione con Famille Bouey, con sede ad Ambarès, sul suo nuovo marchio rosé che prende due tonalità come ispirazione per il profilo aromatico dei vini.

Chiamata “Colors”, la gamma dei rosati comprende Colors 721, un Merlot AOP Bordeaux monovarietale a base di Pantone 721; e Colors 719, un Grenache IGP Méditerranée monovitigno ispirato a Pantone 719.

Contenuti in una bottiglia alta, sottile e curva, i vini sono stati creati per attirare i consumatori millennial e della generazione Z di tendenza, esperti di digitale.

Per creare i vini ha chiesto a Pantone di scegliere due tonalità dal suo spettro di colori rosa, quindi ha adattato le specifiche di fornitura di conseguenza.

La tenuta spera che Colors 721 contribuisca a mettere sulla mappa il Bordeaux rosé, che finora ha lottato per ritagliarsi una nicchia, mentre i rosé della Provenza e della Linguadoca continuano ad attirare l’interesse dei consumatori globali.

Uno sguardo approfondito agli ultimi sviluppi all’interno della categoria dei rosati apparirà nel numero di giugno del settore delle bevande.

Fonte : Vitisphere

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.