Catene di approvvigionamento globali da rimodulare

Reading Time: 1 minute read

I produttori globali hanno resistito a molte epidemie, tra cui la SARS del 2003, che ha colpito quasi 8.100 persone in tutto il mondo e ha provocato 774 morti. (La SARS, per la sindrome respiratoria acuta grave, è causata da un coronavirus.)

Le aziende non sembrano aver appreso la lezione sul pericolo di concentrare l’approvvigionamento all’interno di un’area geografica. Invece, hanno continuato a cercare economie di scala realizzate minimizzando il numero e l’ubicazione dei principali fornitori.

Il concetto di gestione globale del rischio sta iniziando a prendere piede nelle suite executive di molti produttori, distributori e rivenditori.

Il concetto di ciò che Gartner chiama gestione dinamica del rischio implica un approccio proattivo per evitare danni da vari tipi di catastrofi, progettando una catena di approvvigionamento più flessibile e resistente.

Un modo per raggiungere questo obiettivo è, ovviamente, aumentare il numero di fornitori all’interno di aree geografiche aggiuntive.

Fonte : Supply Chain Brain

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.