Caviale cinese nel menu dei ristoranti stellati

Reading Time: 1 minute read

Negli ultimi anni il paese ha subito scandali alimentari imbarazzanti, ma le sue uova di storione hanno guadagnato il rispetto degli intenditori di caviale di tutto il mondo. È diventato anche più costoso per gli acquirenti statunitensi poiché il caviale cinese è tra i tanti prodotti colpiti con tariffe del 25% nella guerra commerciale USA-Cina.

La maggior parte della produzione cinese proviene da un pittoresco lago circondato da montagne nella provincia dello Zhejiang orientale, dove il leader del settore Kaluga Queen alleva il pesce gigante.

Il marchio è stato creato nel 2005 da esperti che lavoravano per il ministero dell’agricoltura e ora produce più di un terzo del caviale mondiale, rendendo la Cina il leader globale.

Un dipendente dell’azienda cinese di caviale Kaluga Queen che ispeziona le uova di storione presso l’impianto di lavorazione dell’azienda a Quzhou, nella provincia cinese di Zhejiang.

La fattoria di storioni dell’azienda si trova a 20 minuti di barca dalla riva di Qiandaohu o Thousands Islands Lake. Qiao Yuwen, un allevatore, si è fermato sul bordo delle piscine dove vivono gli animali fino a quando non hanno tra i sette ei 15 anni.

Gli storioni più grandi possono crescere fino a quattro metri (13 piedi) di lunghezza e pesare 300 chili (660 libbre).

Per molto tempo, Iran e Russia hanno pescato storioni allo stato brado nel Mar Caspio. Ma la popolazione ittica è stata quasi decimata dalla pesca eccessiva e dal bracconaggio dopo che l’Unione Sovietica, che aveva regolamentato la pesca, è caduta nel 1991.

La pesca dello storione nel Mar Caspio è stata vietata nel 2008 mentre gli allevamenti di storioni sono sorti ovunque, con Italia, Francia e Cina tra i leader mondiali del settore.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.