Chloe diventa il primo B-Corp del settore del lusso

Reading Time: 1 minute read

Chloé, di proprietà di Richemont, è diventato il primo attore principale dell’industria europea del lusso a ottenere la certificazione come “B-Corp”, una designazione per le aziende che mostrano un impegno dimostrabile ad avere un impatto ambientale e sociale positivo oltre a creare valore per gli azionisti.

Ill produttore di borse, con sede a Parigi, ha accelerato la sua adozione di materiali con un impatto ambientale inferiore, ha collaborato con più fornitori certificati Fair Trade, e ha assunto impegni per promuovere l’uguaglianza delle donne, il marchio ha dichiarato in una nota.

Chloé sta cercando di rinvigorire la propria attività sotto l’ex CEO della Maison Margiela Riccardo Bellini e la designer Gabriella Hearst, quindi si sta allineando con le aziende che hanno assunto impegni di sostenibilità in una parte centrale del loro messaggio ai consumatori, tra cui il marchio sportivo.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.