photo courtesy by new rwanda times

Ciclismo, Il Team Rwanda inizierà i preparativi per il Tour a gennaio 2021

Reading Time: 2 minutes read

L’ente di governo del ciclismo (FERWACY) ha annunciato che la squadra nazionale di ciclismo inizierà ad allenarsi il 5 gennaio in vista dell’attesissima 13a edizione del Tour du Rwanda.

La corsa in 8 tappe, che è uno degli eventi ciclistici più prestigiosi del continente, è in programma dal 21 al 28 febbraio.

Emmanuel Murenzi, Direttore Tecnico della Federazione Ciclistica, ha dichiarato a Times Sport che la squadra nazionale di ciclismo inizierà ad allenarsi presto per preparare i ciclisti mentre mirano a fare un passo avanti nell’edizione di quest’anno.

“Ci sono cose su cui stiamo lavorando e, se tutto va secondo i piani, la Nazionale inizierà ad allenarsi il 5 gennaio”, ha detto Murenzi in un’intervista telefonica.

Nessun corridore ruandese ha vinto la competizione da quando è stata aggiornata alla categoria UCI 2.1 nel 2019. Gli eritrei Merhawi Kudus e Natnael Tesfazion hanno vinto la gara negli ultimi due anni, con quest’ultimo che ha vinto la competizione davanti a Moise Mugisha.

Il mese scorso, i piloti del Team Rwanda hanno avvertito che vincere il torneo sul suolo di casa potrebbe subire un duro colpo se non ottengono biciclette nuove o ben tenute prima del Tour du Rwanda per evitare la sfida che la squadra ha affrontato durante la gara del Camerun a causa di mancanza di pezzi di ricambio.

Murenzi ha rivelato che la federazione cercherà nuove attrezzature per il ciclismo per preparare i corridori locali a porre fine al dominio degli eritrei.

“Inoltreremo un ordine per circa 12 nuove biciclette questa settimana, oltre a nuovi pezzi di ricambio per bici da corsa disponibili. Recentemente, c’è stata una carenza nella fornitura di biciclette dopo che un certo numero di produttori di bici da corsa e di pezzi di ricambio per biciclette hanno rinviato le loro attività di produzione a causa della pandemia covid-19 “, ha spiegato e ha aggiunto che …

“Se le biciclette arrivano in tempo prima del Tour du Rwanda, le useranno ma, nel frattempo, stiamo facendo del nostro meglio per assicurarci che le biciclette disponibili abbiano pezzi di ricambio di alto livello per consentire ai ciclisti di comportarsi bene nella competizione. ”

Ricerca del nuovo allenatore in corso

Murenzi ha spiegato che la selezione dei corridori che rappresenteranno la Nazionale sarà fatta poco dopo il nuovo anno, non appena sarà svelato il nuovo allenatore.

Ha detto che la federazione è in contatto con il Ministero dello Sport per il processo di negoziazione con diversi candidati.

Il nuovo allenatore, ha detto, sarà annunciato entro la fine di dicembre di quest’anno.

Il ruolo di allenatore per il Team Rwanda Cycling è rimasto vacante da quando l’organo di governo del ciclismo ha deciso di non estendere il contratto di Magnell Sterling.

Il suo vice, Felix Sempoma, ha assunto il ruolo di custode durante la campagna vittoriosa della squadra nazionale al Gran Premio Chantal Biya che ha visto Moise Mugisha emergere vincitore assoluto.

Il Team Rwanda è una delle tre squadre di ciclismo che dovrebbero rappresentare il paese alla competizione insieme ad altre due squadre UCI Continental, Skol Adrien Cycling Academy e Benediction Cycling Team.

Fonte: new times rwanda

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.