Cina dichiara guadagnare quasi $10 mld azioni nella Saudi Aramco IPO

Reading Time: 1 minute read

Le entità statali cinesi stanno discutendo di investire da 5 a 10 miliardi di dollari combinati nell’offerta pubblica iniziale di Aramco, poiché l’Arabia Saudita cerca impegni da parte di governi amichevoli per sostenere la vendita record di azioni.

Il Silk Road Fund, con sede a Pechino, è tra le parti che hanno discusso per acquistare azioni nell’offerta, secondo fonte riservata.

Il presidente Xi Jinping ha cercato di aumentare il peso politico della Cina e rilanciare antiche rotte commerciali con la sua iniziativa “One Belt, One Road”. Un investimento in Aramco cementerebbe i legami con l’Arabia Saudita e fornirebbe alla Cina un modo per trarre profitto dall’aumento dei prezzi del petrolio.

Il produttore petrolifero statale Sinopec Group e il fondo sovrano China Investment Corp hanno anche tenuto colloqui negli ultimi mesi sugli investimenti nell’IPO di Aramco. Gli impegni non sono stati portati a termine, e la formazione degli investitori e gli importi che ciascuna impresa metterà alla fine dipenderanno dal governo cinese, secondo la stessa fonte.

Il Silk Road Fund è stato istituito nel 2014 con $ 40 miliardi di capitale iniziale. Successivamente è stato integrato con altri 100 miliardi di yuan ($ 14 miliardi) di fondi, secondo il suo sito web.

Il principe ereditario saudita Mohammed Bin Salman ha a lungo insistito sul fatto che la compagnia petrolifera statale valga $ 2 trilioni di dollari, sebbene sia pronto a ridimensionare le sue aspettative tra $ 1,6 trilioni e $ 1,8 trilioni, secondo quanto riferito da Bloomberg News.

Aramco ha rifiutato di commentare.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.