Cina, incertezza sulla diga delle Tre Gole; 400 milioni di persone a valle affrontano il rischio

Reading Time: 1 minute read

La scorsa settimana il livello dell’acqua nel serbatoio della diga delle Tre Gole ha superato il livello di allerta. Forti piogge della durata di 3 settimane consecutive hanno costretto la Cina a dichiarare una situazione di disastro in 24 province e città a monte del fiume Yangtze e della diga delle Tre Gole.

La costruzione della diga delle Tre Gole è iniziata nel 1994 e il corpo della diga è stato completato nel 2006.

La diga delle Tre Gole si trova nella provincia di Hubei, il sito del più grande scoppio cinese di Covid-19.

La diga è lunga 2.335 metri, alta 185 metri, composta da 28 milioni di metri cubi di cemento e oltre 460.000 tonnellate di acciaio. Il capitale di investimento totale per la costruzione della diga di Tam Hiep è di 13,5 miliardi di dollari.

Il progetto della diga delle tre gole fu pianificato dalla Cina nel 1955. Per impostazione predefinita, la diga contribuirà a controllare le acque di inondazione nel fiume Yangtze, a fornire elettricità e commercio.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.