Continental subira’ perdite finanziarie a causa di scarso aumento vendite mercato auto

Reading Time: 1 minute read

Il produttore di pneumatici Continental subirà perdite a causa di scarsa produzione globale di autovetture e veicoli commerciali leggeri nei prossimi cinque anni. Nel terzo trimestre, la società ha registrato svalutazioni per circa 2,5 miliardi di euro, come annunciato dal gruppo Dax. Inoltre, sono stati sostenuti accantonamenti per la ristrutturazione del Gruppo recentemente annunciata per 97 milioni di euro.

Gli addebiti comporterebbero una perdita per il terzo trimestre e l’intero anno attribuibile agli azionisti. Tuttavia, non si prevedono effetti significativi sulla proposta di dividendo per l’anno in corso.

Continental vuole anche dividere la sua attività principale nel suo insieme e prendere nota del mercato azionario.

Un possibile elenco parziale non è più un’opzione, come annunciato dal gruppo Dax, a seguito di una risoluzione del consiglio di amministrazione.

Il piano per un cosiddetto scorporo con quotazione in borsa sarà presentato all’assemblea generale annuale del 30 aprile 2020. Anche il Consiglio di vigilanza deve essere d’accordo.

Per molto tempo, la società ha esaminato come intende gestire la divisione denominata Vitesco. Più di recente, a settembre, Conti ha fatto riferimento alle condizioni a malapena prevedibili per un elenco secondario nel prossimo anno.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.