Coronavirus, Aifa approva possibilità di cura in casa

Reading Time: 1 minute read

L’aifa, agenzia per il farmaco Italiana, ha rilasciato una lista di medicinali, già usati in precedenti malattie, come antimalarici e anti virali per l’aids, che potranno essere assunti contro il coronavirus.

Lo si legge in gazzetta ufficiale, mediante la fonte Sicilia ntizie on line:

Sono autorizzati in Italia, e a carico del Servizio sanitario nazionale, i farmaci antimalarici clorochina e idrossiclorochina e gli antivirali usati contro l’Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir “per il trattamento anche in regime domiciliare dei pazienti affetti da infezione da SARS-CoV2”.

“I medicinali a base di clorochina, idrossiclorochina, lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir sono a totale carico del Servizio sanitario nazionale per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da SARS-CoV2 (COVID-19), nel rispetto delle condizioni per esso indicate”.

Questi farmaci dovranno essere dispensati dalle farmacie ospedaliere, ed “è fatto obbligo alla struttura prescrittrice di trasmettere tempestivamente all’area pre-autorizzazione dell’AIFA i dati relativi ai pazienti trattati”. Presto potranno essere prescritti anche dai medici di famiglia.

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.