Daimler Ambition 2039: una flotta di CO2 neutrale

Reading Time: 2 minutes read

Il futuro presidente del consiglio di amministrazione di Daimler, Ola Källenius, ha presentato i suoi obiettivi di sostenibilità per il settore delle autovetture sotto la voce “Ambition 2039”. Nei prossimi 20 anni, la nuova gamma di automobili Mercedes-Benz diventerà completamente a emissioni zero.
Ulteriori obiettivi esposti in Ambition 2039 di Daimler includono: Entro il 2030, il produttore intende generare oltre il 50% delle vendite di autovetture con auto elettriche e ibridi plug-in, e entro il 2022 tutte le fabbriche europee di Daimler produrranno in un clima- modo neutrale. A differenza di altre società, Daimler vuole anche tenere conto dei prodotti preliminari nell’ultimo obiettivo. Ciò significa che la casa automobilistica incoraggerà i suoi fornitori a prendere parte alla svolta ecologica poiché Daimler ha esternalizzato la maggior parte della sua catena di approvvigionamento.
Källenius, che subentrerà a Dieter Zetsche come presidente del consiglio di amministrazione la prossima settimana, ha anche affrontato vari argomenti che sono attualmente molto discussi durante la presentazione degli obiettivi di sostenibilità. Parole chiave: apertura tecnologica e prezzi CO2.
Innanzi tutto, il manager svedese è diverso dal CEO di Volkswagen Herbert Diess nel suo impegno per la neutralità tecnologica: “Il nostro attuale focus è sulla mobilità elettrica-batteria. Ma c’è anche spazio e c’è bisogno di continuare a lavorare su altre soluzioni, ad esempio la cella a combustibile o eFuels. “Aggiunge:” Oggi nessuno sa per certo quale mix di drivetrain servirà meglio le esigenze dei nostri clienti tra 20 anni. Ecco perché incoraggiamo i politici a spianare la strada alla neutralità tecnologica: fissiamo l’obiettivo, ma non i mezzi per raggiungerlo “.
Che non suona come la linea comune che i capi di VW, BMW e Daimler avevano precedentemente concordato a seguito dell’iniziativa VW e Diess’: Il futuro appartiene alla mobilità elettrica a batteria, è stata la dichiarazione ha detto di essere stato sostenuto all’unanimità marzo riferito . Diess aveva minacciato di ritirarsi dalla VDA in quel momento, perché la VDA ammetteva la sua “apertura alla tecnologia” sebbene includesse anche il diesel. Tuttavia, ha chiarito che per il suo gruppo non ci sarà “nessuna alternativa all’e-mobility nel prossimo decennio” e che “l’apertura alla tecnologia è ora lo slogan sbagliato e porterà solo a ulteriori cambiamenti di sistema in futuro”.
Ma torniamo alla Källenius di Daimler: Sul tema della mobilità clima-neutrale, ha detto, tra le altre cose che Daimler è “aperto a una discussione sulla efficacia di CO 2 dei prezzi, nonché incentivi per nessuna tecnologia a basso / di carbonio – preferibilmente su scala globale ”.
Il cambiamento verso una mobilità sostenibile in futuro avrà successo solo se l’industria automobilistica, i fornitori di energia ei politici lavoreranno a braccetto. “C’è bisogno di investimenti massicci e misure concrete al di là dell’industria automobilistica. L’energia neutrale dal clima e l’infrastruttura completa sono essenziali per questo cambiamento di sistema “, ha affermato l’esecutivo.
Questo non lo rende il primo gestore di gruppo automobilistico a commentare una potenziale tassa sul CO2. Qualche giorno fa, l’amministratore delegato Opel Michael Lohscheller ha dichiarato al canale televisivo Arte, che poteva immaginare un tale strumento a determinate condizioni: “Pensiamo già che il prezzo della CO2 come strumento che può dare un contributo alla protezione del clima debba essere discusso a tempo indeterminato ,” Egli ha detto.
Nel frattempo, la direzione di Daimler vuole collegare i propri stipendi in parte al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità: “Per sottolineare che lo intendiamo, parte del compenso del nostro consiglio di gestione è legato al raggiungimento dei nostri obiettivi di sostenibilità – inclusa la nostra impronta di CO 2 . Dovremo tutti uscire dalle nostre zone di comfort per trovare nuovi modi per andare avanti “, ha detto Källenius.
daimler.com

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.