Disney World conferma prenotazione festività natalizie ai parchi nel 2020

Reading Time: 2 minutes read

Il CEO della Disney Bob Chapek ha confermato ciò che molti sospettavano: Disney World ha tranquillamente aumentato la capacità degli ospiti. E mentre alcuni di ciò che Disney ha annunciato nella sua chiamata sugli utili del quarto trimestre del 12 novembre non è particolarmente sorprendente (i ricavi sono ancora in calo, anche se meno che nel trimestre precedente), sono stati condivisi alcuni fatti interessanti che fanno luce sia sull’attuale operazioni del parco e pianificazione futura.

Ecco tre cose che abbiamo imparato oggi sui parchi e sulle operazioni Disney. Durante la chiamata sugli utili, Chapek ha affermato che il precedente “… vincolo di capacità del 25%, che era le nostre stime di ingegneria industriale per mantenere una distanza sociale di sei piedi, ora è stato in grado di aumentare fino al 35% della capacità”.

Avendo visitato Disney World il giorno della riapertura a luglio 2020 e poi di nuovo in ottobre 2020, non c’è dubbio che la visita di ottobre sia stata significativamente più affollata con molte giostre i cui tempi di attesa erano di un’ora o più.

Mentre un salto dal 25% al ​​35% della capacità può sembrare relativamente minimo, ciò rappresenta in realtà un aumento fino al 40% degli ospiti. E nota che Disney World ha raggiunto molto raramente il 100% della capacità pre-COVID, quindi questo non è il 35% di una normale folla pre-COVID.

Disney non ha dichiarato quando è stato effettuato il salto dal 25% al ​​35% della capacità.
Per il primo trimestre dell’azienda (in cui siamo attualmente e che durerà durante le festività natalizie), il parco è già prenotato per il 77% in termini di prenotazioni di pass per il parco. Si dice che la settimana del Ringraziamento, in particolare, sia già stata prenotata “quasi esaurita”.

Se stai cercando di ottenere una prenotazione di pass per il parco per una prossima visita a Disney World, tieni presente che la disponibilità è alquanto dinamica. Di recente, è stata aperta una maggiore disponibilità per molte date di dicembre, quindi tieni d’occhio la disponibilità se al momento non sei in grado di ottenere i giorni del parco o i parchi che desideri.

Anche se c’erano buone notizie in termini di domanda per Disney World, le notizie non sono così rosee per Disneyland.

Il parco a tema Disney originale, Disneyland ad Anaheim, in California, è l’unico dei parchi dell’azienda che deve ancora riaprire del tutto.

Alcuni dei parchi Disney internazionali sono stati aperti e chiusi di nuovo a volte negli ultimi otto mesi, ma i cancelli di Disneyland sono rimasti costantemente chiusi da metà marzo.

Sulla chiamata agli utili, Chapek ha dichiarato: “Siamo estremamente delusi dal fatto che lo stato della California continui a mantenere chiuso Disneyland nonostante la nostra comprovata esperienza”. Disney non si aspetta che Disneyland riaprirà nel suo attuale trimestre fiscale, che ci porterà fino alla fine del 2020.

Tuttavia, il Disney California Aventure Park presto riaprirà parzialmente la sua area di Buena Vista per mangiare e fare shopping.

Disney World in Florida è stato riaperto con successo da quattro mesi e la domanda sembra solo in crescita. Il tempo dirà se questa tendenza si mantiene poiché il paese, sfortunatamente, sembra stia vivendo una rinascita nei casi COVID-19.

A questo punto, non sono sicuro che i parchi possano supportare più visitatori senza apportare modifiche operative per riportare potenzialmente FastPass + o appoggiarsi a più opportunità di code virtuali.

Tuttavia, almeno per ora, Disney World sembra aver trovato un modo per infilare l’ago del guadagno, mantenendo le operazioni adeguate e la capacità di limitazione a un numero di ospiti inferiore al solito.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.