Euro digitale

Reading Time: 1 minute read

L’annuncio di Facebook del progetto di lanciare la propria valuta digitale nell’estate del 2019 (inizialmente chiamato Libra ma attualmente chiamato ‘Diem’) è stato un campanello d’allarme per banchieri centrali e governi di tutto il mondo.

Raggiungere 2,7 miliardi di utenti con il proprio token digitale, legato a valute sovrane, è stato percepito come una minaccia dalle autorità di regolamentazione.

Alcune banche centrali, tra cui Svezia e Cina, stavano già lavorando su versioni digitali delle proprie valute. Ma molti altri hanno deciso di esplorare l’idea – dopo l’annuncio di Facebook – per proteggere la propria sovranità monetaria.

Fonti della Banca di Spagna hanno spiegato che, a seguito di tale rapporto, la BCE avrebbe deciso se avviare un progetto pilota per testare la fattibilità dell’euro digitale e raccogliere più conoscenze pratiche.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.