Florida, SpaceX lancia nello spazio 60 satelliti Starlink

Reading Time: 2 minutes read

L’azienda aerospaziale SpaceX ha lanciato il Falcon 9 nello spazio questo martedì dalla Florida (USA) con un nuovo lotto di 60 satelliti per la sua rete Internet Starlink, dopo aver trovato condizioni atmosferiche favorevoli per la missione.

Il lancio è avvenuto all’ora prevista, 15:01 ora locale (19:01 GMT), dal complesso della Stazione Spaziale di Cape Canaveral (Florida orientale), e nove minuti dopo la parte riutilizzabile ha completato il suo volo di ritorno a terra. piattaforma galleggiante nell’Atlantico.

Il razzo Falcon 9 bifase riutilizzabile è decollato con il pacchetto di 60 satelliti in punta e nove minuti dopo la fase uno della navicella è riuscita a tornare sulla terra e ad atterrare sulla piattaforma battezzata “Of Course I Still Love You”, situata nell’Atlantico a circa 400 miglia (630 km).

Le nitide immagini trasmesse da SpaceX hanno mostrato, fase per fase, l’impeccabile andamento della missione, dal lancio del razzo alla separazione nello spazio del “pacchetto” di satelliti rimasto in orbita terrestre.

Il team di monitoraggio dell’agenzia ha accolto con applausi il momento in cui, nove minuti dopo, il razzo di ritorno sul pianeta è atterrato esattamente nel punto designato della piattaforma marina galleggiante.

Questa missione fa parte del programma “Starlink” di SpaceX, che mira a mettere in orbita un gran numero di satelliti artificiali per la creazione della suddetta rete Internet.

Questo è il “nono atterraggio di questo propellente (Falcon 9) sulla piattaforma ‘Of Course I Still Love You'”, ha evidenziato l’agenzia sul proprio account Twitter.

La scorsa domenica la prima missione commerciale con equipaggio sviluppata dalla NASA in collaborazione con SpaceX si è conclusa con il ritorno della capsula Dragon e dei suoi quattro astronauti a bordo sulla Terra, dopo la loro permanenza sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

La capsula, soprannominata Resilience dall’equipaggio, è caduta nell’oscurità al largo della costa di Panama City, in Florida.

Crew-1 è la prima delle sei missioni con equipaggio che la NASA farà in associazione con la firma del magnate Elon Musk, nell’ambito del Commercial Crew Program con cui l’agenzia spaziale torna per inviare missioni nello spazio dal suolo statunitense e con razzi e navi prodotto in questo paese.

Questa missione fa parte della partnership pubblico-privato della NASA con SpaceX, la compagnia missilistica fondata nel 2002 da Musk, che è anche CEO della casa automobilistica elettrica Tesla.

EFE

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.