Ford, GM E Volkswagen Aiutano Elon Musk A Realizzare Il Suo Piano Segreto Tesla

Reading Time: 2 minutes read

Una flotta mondiale di veicoli completamente elettrici è esattamente ciò che Elon Musk (e Tesla) avevano pianificato dall’inizio della loro avventura nel settore. Nel blog Secret Master Plan di Elon Musk del 2006, il CEO parla dei piani di Tesla di utilizzare i proventi di costose auto elettriche (Roadster) per finanziare lo sviluppo di auto elettriche sempre più convenienti (Model S / X, Model 3 / Y).

Come ha dimostrato Tesla, quando gli acquirenti vedono che un veicolo elettrico può sovra-performare un’auto a gas su quasi tutti i livelli e, quando il prezzo scende nel regno della convenienza, le auto elettriche possono diventare un’opzione praticabile per milioni di auto e camion.

Ma Musk continua dicendo: “lo scopo principale di Tesla Motors (e il motivo per cui sto finanziando la società) è quello di aiutare ad accelerare il passaggio da un’economia di idrocarburi minerari a un’economia elettrica solare, che credo sia la principale, ma non esclusiva, sostenibile soluzione.

Mentre i giganti automobilistici GM, Ford e Volkswagen Group riconoscono la crescente domanda di veicoli elettrici puri, investono non solo nella tecnologia necessaria per portare questi veicoli sul mercato, ma anche nel marketing e nella pubblicità per aumentare la consapevolezza e la domanda.

E poiché gli acquirenti di auto sono esposti ai vantaggi e ai benefici del mondo reale dei veicoli elettrici avanzati, non acquisteranno solo più auto e camion Volkswagen, Ford e GM, ma acquisteranno anche più Tesla.

Tesla è in testa al pacchetto EV per autonomia, prestazioni e tecnologia, soprattutto grazie al suo enorme vantaggio rispetto al resto del settore nella progettazione e produzione di veicoli elettrici.

D’altronde diciamolo chiaramente nel mercato dell’elettrico ci sono due segmenti ben precisi, Tesla egli altri. come dice in questo video Matteo Valenza:

Il successo per Ford, GM e Volkswagen nel mercato dei veicoli elettrici non arriverà a spese, ma a vantaggio di Tesla che spingerà questi marchi a creare veicoli con dei costi più abbordabili rispetto ad adesso, con autonomi reali e non fittizie, ricaricabili in poco tempo e non come millantano alcune case auto nelle loro pubblicità.

L’adozione di veicoli elettrici in tutto il mondo non può essere realizzata da una singola azienda, in particolare da un parente relativamente giovane come Tesla. Richiederà un cambio di paradigma per l’intero settore e con queste ultime iniziative EV di tre dei più grandi produttori automobilistici, è chiaro che questo cambiamento è in corso.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.