Frisone Occidentale – Standard di Razza

Reading Time: 3 minutes read

Standard di razza

Particolare della testa
Tipo: meso-brachimorfo
Altezza al garrese: 1,53 – 1,66 m
Peso: 450 – 600 kg
Mantello: nero
La testa, con naso dritto e leggermente convesso (assolutamente non montonina) ha un aspetto nobile e gli occhi intelligenti. Le orecchie sono piccole e attente e sono leggermente inclinate l’una verso l’altra. L’incollatura è un po’ curvata, non troppo corta e portata alta, mentre la schiena è a volte un po’ lunga e termina in una groppa non troppo piccola o inclinata. Le spalle sono lunghe, oblique e possenti. Le gambe e i piedi sono robusti, gli avambracci sviluppati e gli appiombi corretti. I crini, sia della coda che della criniera, sono folti, possono essere ondulati o lisci e si portano generalmente lunghi. Gli arti sono ricoperti, a partire circa dalla metà degli stinchi, dal fiocco.

Le andature sono “rilevate”, eleganti e elastiche. L’aspetto generale è nobile e fiero. Il Frisone è un cavallo leale, che ama il lavoro e molto temperamento. Un’altezza di 1,60 m al garrese all’età di tre anni è considerata ideale. Il colore di mantello più gradito è il morello senza segni bianchi, anche se per le giumente è tollerata una piccola stella. È risaputo tuttavia che questa razza raggiunge la maturità verso i sei anni, cioè più tardi rispetto agli altri cavalli.

Selezione
Al giorno d’oggi il frisone è tutelato dall’associazione olandese FPS (Het Friesch Paarden-Stam-boek) che gestisce interamente la razza. Essa ha creato degli standard di selezione particolarmente rigidi.

Esiste un primo stud-book dei puledri (veulen-boek) al quale sono ammessi solo i soggetti aventi genitori a loro volta certificati. Durante il terzo anno di età vengono sottoposti ad un esame differente a seconda del sesso che assicura che non abbiano difetti di appiombi o ereditari e che abbiano un passo ed un trotto regolari. Quelli che lo superano vengono iscritti allo stud-book (stamboek).

Le giumente riproduttrici, oltre a possedere le qualità sopra indicate, devono misurare minimo 1,54 m al garrese, per passare solo al primo stepp di Stamboek, per gli altri titoli, Ster-Kroon e Model, si richiedono altezze superiori, da 1.56 ad 1.60.

ster se presentano delle andature particolarmente eleganti
Kroon viene assegnato per requisito morfologici e attitudine allo sport, e deve gia essere Ster i° premio
Model viene assegnato per requisito morfologici e attitudine allo sport, e che abbiano già avuto un puledro
preferent se riescono a trasmettere le loro qualità ad almeno quattro puledri ster.
Gli stalloni sono invece sottoposti a prove ancora più selettive. Per entrare a far parte dello stamboek devono misurare minimo 1,59 m al garrese, avere i genitori anche loro iscritti e non avere nessun segno bianco (a proposito di ciò sono controllate anche le quattro generazioni precedenti). La morfologia e le andature devono essere perfette ed eleganti, e vengono effettuate anche delle radiografie delle ossa e delle articolazioni per verificare l’assenza di difetti che potrebbero essere trasmessi alla discendenza. Superato questo test, i candidati sono tenuti sotto osservazione durante settanta giorni durante i quali i giudici esaminano il loro comportamento e la loro attitudine alla sella o agli attacchi. Quelli che passano l’esame ottengono un permesso provvisorio alla monta che è valido per tre anni. Trascorso questo tempo i loro prodotti vengono esaminati: se non sono all’altezza l’autorizzazione è ritirata; se invece sono conformi, è confermata.

Tutte queste condizioni lasciano capire come mai nel mondo ci siano solo circa un centinaio di stalloni certificati (di cui tre quarti nei Paesi Bassi e un quarto in America). Essendoci pochi riproduttori e non essendo ammessi incroci con altre razze possono presentarsi problemi comportamentali, riproduttivi e sensibilità ad alcune patologie. Essi sono evitati tramite un sistema di calcolo del coefficiente di consanguineità disponibile per ogni cavallo iscritto allo stamboek. In questo modo gli allevatori hanno la possibilità di valutare i rischi che la scelta di un determinato riproduttore può comportare.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.