BOOST- top 004

Fusione fra due storiche aziende italiane: Selle Italia e Selle San Marco

Reading Time: 1 minute read

Due ditte specializzate nella produzione di selle per biciclette, Selle Italia e Selle San Marco , hanno annunciato che da ora in poi diventeranno lo stesso marchio. Entrambi lavorano insieme dal 2016, ma ora faranno parte dello stesso gruppo per essere in grado di raccogliere le loro conoscenze ed esperienze per offrire prodotti ancora più innovativi per i ciclisti.

Giueseppe Bigolin , proprietario di entrambi i marchi, ha spiegato che “dobbiamo guardare al futuro con lo stesso desiderio di innovazione che ci ha guidato negli ultimi anni. Il DNA di queste aziende si basa sul saper realizzare prodotti che nel tempo sono diventati vere icone: dalla Rolls alla Regale, dalla Turbo alla Flite, all’Aspide e alla SLR » .

Ha anche parlato del progetto “idmatch” , come un ” sistema altamente scientifico che giudica il consumatore attraverso la scelta della sella ideale . Tutti i prodotti di Selle Italia e Selle San Marco saranno classificati con le misure del sistema idmatch, che consentiranno di espandere la scelta del consumatore in ogni punto vendita » .

Fonte
solobici.es

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.