Germania, Benedizioni a coppie LGBT in chiese cattoliche

Reading Time: 1 minute read

Le chiese cattoliche in tutta la Germania hanno offerto benedizioni per le coppie gay, in una protesta contro il rifiuto del Vaticano di approvare le unioni dello stesso sesso.

Più di 100 chiese in tutto il paese si sono iscritte per ospitare servizi all’insegna del motto “l’amore vince” intorno al 10 maggio nel programma avviato da sacerdoti, diaconi e volontari.

Alle funzioni, tutte le coppie saranno invitate a essere benedette, indipendentemente dall’orientamento sessuale.

“Alziamo la nostra voce e diciamo: continueremo a sostenere le persone che si impegnano in una partnership vincolante e benedicono la loro relazione”, si legge in una dichiarazione sul sito web dell’iniziativa.

La Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF), il potente ufficio vaticano responsabile della difesa della dottrina ecclesiastica, ha emesso a marzo una sentenza secondo cui le unioni dello stesso sesso non potevano essere benedette nonostante i loro “elementi positivi”.

L’ufficio ha scritto che mentre Dio “non cessa mai di benedire ciascuno dei Suoi figli pellegrini in questo mondo … non benedice e non può benedire il peccato”.

Queste chiese e preti non saranno scomunicati dal Vaticano per aver infranto le regole, vedrai invece che nel prossimo futuro il Vaticano si dichiarerà a favore dei matrimoni omosessuali.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.