Gli arabi hanno importato il 40% in più di caffè

Reading Time: 2 minutes read

Gli arabi si sono distinti tra i principali partner commerciali del Brasile nel settore del caffè nei primi quattro mesi del 2021. Il blocco ha importato 678.000 sacchi da 60 kg di prodotto brasiliano, con un aumento del 40,5% rispetto al volume acquistato nello stesso periodo dello scorso anno.

I dati sono stati pubblicati in un rapporto mensile del Consiglio brasiliano degli esportatori di caffè (Cecafé).

Da gennaio ad aprile, le entrate in valuta estera generate dalle vendite ai paesi arabi sono state di USD 71 milioni, rispetto a USD 54,9 milioni negli stessi mesi del 2020. È aumentata anche la partecipazione del blocco. Ora, gli acquisti arabi sono il 4,6% del totale venduto dal Brasile, contro il 3,5% dello stesso periodo dell’anno precedente.

La promozione del caffè brasiliano lavora per prendere di mira l’Arabia Saudita
Crescono le vendite di caffè verde e istantaneo dal Brasile ai paesi arabi.

In termini di esportazioni totali quest’anno, le spedizioni di caffè brasiliane hanno raggiunto i 14,8 milioni di sacchi, in miglioramento dell’8,6% rispetto al primo quadrimestre del 2020. Le spedizioni hanno generato 1,95 miliardi di dollari, il che implica un aumento del 6,1% rispetto alla quantità periodo precedente.

Ad aprile, tuttavia, Cecafé ha indicato che le esportazioni totali di caffè brasiliano sono diminuite dell’8,5% rispetto ai numeri registrati nello stesso mese nel 2020. Il totale esportato in quest’anno è stato di 3,3 milioni di sacchi. Nell’ultimo mese, anche le entrate in valuta estera sono diminuite, questa volta del 7,4%, portando al paese 447,2 milioni di dollari.

Di fronte alle sfide logistiche che il settore commerciale deve attualmente affrontare, Nicolas Rueda, presidente dell’entità, ritiene che la performance sia positiva. L’esecutivo spiega che il volume spedito nel mese è stato il risultato dell’efficienza logistica degli esportatori brasiliani, che hanno affrontato le sfide poste dal COVID-19 e dalla concentrazione del flusso commerciale in Asia, che ha ridotto la disponibilità di container per l’esportazione del fagioli.

Fonti

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.