Gli Stati Uniti stanno pianificando sequestro petroliere iraniane verso Venezuela?

Reading Time: 1 minute read

L’amministrazione Trump ha intensificato le pressioni sugli armatori affinché rispettino le sanzioni contro avversari statunitensi come Iran, Venezuela e Corea del Nord. A maggio 2020, ha pubblicato un avviso che esortava l’industria marittima globale a cercare tattiche per eludere sanzioni come pericolosi trasferimenti, da nave a nave, e lo spegnimento di dispositivi di localizzazione obbligatori – entrambe le tecniche utilizzate nelle recenti consegne di petrolio da e verso entrambi Iran e Venezuela.

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha revocato le sanzioni su otto navi che recentemente sono state trovate per il trasporto di greggio venezuelano.

La mossa ha seguito un tentativo di asta da parte di commissari federali a Houston di 100.000 barili di benzina, sequestrati da una nave a gestione greca, il cui proprietario sospettava che il carico fosse diretto verso il Venezuela. Nessuna delle cinque parti all’asta ha accettato l’offerta minima di $ 2,5 milioni.

Mentre i commercianti commerciali evitano sempre più il Venezuela, il governo socialista di Nicolas Maduro si rivolge all’Iran.

Maduro ha celebrato l’arrivo di cinque petroliere iraniane che consegnavano rifornimenti di carburante, necessari per alleviare le carenze che hanno portato a gasdotti lunghi giorni anche nella capitale, Caracas, che normalmente viene risparmiata da tali difficoltà.

Nonostante si trovi in ​​cima alle maggiori riserve di greggio del mondo, il Venezuela non produce abbastanza benzina raffinata a livello nazionale e ha visto la sua produzione complessiva di greggio scendere al minimo degli ultimi sette decenni, a causa della crisi in corso e delle ricadute delle sanzioni statunitensi.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.