Hacker scaricano oltre 4mln dati utenti Air India

Reading Time: 1 minute read

Gli hacker hanno rubato dati su circa 4,5 milioni di passeggeri Air India in tutto il mondo nell’ultima violazione segnalata da una grande compagnia aerea.

Nomi, numeri di carte di credito e informazioni sul passaporto sono stati tra i dati rubati, ha detto Air India in una dichiarazione rilasciata venerdì.

Il gigante statale ha affermato che stava “proteggendo i server compromessi” e utilizzando “specialisti esterni” sulla sicurezza dei dati, oltre a collaborare con società di carte di credito.

Diverse compagnie aeree sono state colpite da violazioni dei dati negli ultimi anni. British Airways è stata multata di 28 milioni di dollari lo scorso anno da un cane da guardia britannico dopo che i dettagli di 400.000 passeggeri sono stati persi in un attacco informatico del 2018.

Cathay Pacific è stata multata di $ 700.000 dopo che i dettagli di oltre nove milioni di clienti sono stati persi nel 2018.

E il vettore low-cost EasyJet ha dichiarato l’anno scorso che gli hacker avevano preso l’e-mail e i dettagli di viaggio di circa nove milioni di clienti.

Air India ha annunciato a marzo di essere stata informata a febbraio dalla sua società di elaborazione dati, SITA PSS, di un attacco informatico.

La violazione ha coinvolto i dati personali registrati tra l’agosto 2011 e il febbraio 2021, ha affermato la compagnia aerea.

SITA, che fornisce supporto IT a gran parte del settore dell’aviazione, all’epoca ha dichiarato di essere stata l’obiettivo di un “attacco altamente sofisticato” che aveva colpito diverse compagnie aeree.

Air India fa parte della coalizione di compagnie aeree Star Alliance e SITA gestisce le operazioni informatiche per il suo programma frequent flyer.

Altre compagnie aeree dell’alleanza hanno avvertito i passeggeri a marzo dell’attacco informatico, ma la maggior parte ha affermato di aver avuto accesso solo ai nomi e ai numeri frequent flyer.

Fonti

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.