Harrods avverte sulle grandi sfide future

Reading Time: 2 minutes read

HARRODS ha depositato i suoi conti annuali presso la Companies House del Regno Unito e ha affermato che nei 12 mesi immediatamente precedenti l’inizio della pandemia (dall’anno al 1 ° febbraio), il suo valore lordo della transazione IVA inclusa è aumentato del 4% a 2,2 miliardi di sterline.

Il fatturato complessivo per l’azienda è aumentato solo dello 0,3% a 870,8 milioni di sterline e l’utile operativo è aumentato dello 0,6% a 203,3 milioni di sterline. Ma l’utile ante imposte è balzato a £ 231,6 milioni da £ 211,4 milioni. E l’utile netto è salito a £ 191,4 milioni da £ 171,6 milioni.

L’azienda ha continuato a investire massicciamente nella sua ammiraglia Knightsbridge con spese in conto capitale quasi raddoppiate. Mentre i risultati indicavano un graduale miglioramento dell’azienda prima della crisi del coronavirus, dalla fine del periodo di riferimento ha dovuto affrontare condizioni che hanno devastato la sua attività.

La società non ha pubblicato dati per il trading dalla fine dell’anno, ma gli eventi recenti suggeriscono che i tempi sono duri. Secondo quanto riferito, la società ha appena rinegoziato i patti di un prestito sindacato di 200 milioni di sterline per evitare di violarli la prossima primavera, e in precedenza ha tagliato circa 700 posti di lavoro che rappresentavano il 14% della sua forza lavoro.

Mentre le chiusure di negozi e altri problemi legati alla pandemia hanno danneggiato la maggior parte delle aziende di vendita al dettaglio del Regno Unito, la situazione unica in cui si trova Harrods ha causato più problemi di molti.

L’azienda è fortemente dipendente dal traffico degli acquirenti nel centro di Londra e questo è stato più debole che in quasi qualsiasi altro posto nel Regno Unito poiché gli impiegati hanno continuato a rimanere a casa e il commercio turistico è rallentato fino a ridursi a un mero rivolo.

L’ultimo rapporto sul traffico per il centro di Londra ha mostrato che il traffico è ancora in calo di oltre metà anno su anno.

Harrods di solito vede un flusso di visitatori che arriva a circa 80.000 al giorno. Vende una percentuale molto maggiore della sua offerta complessiva ai visitatori dall’estero con turisti asiatici e americani che rappresentano circa il 70% delle vendite annuali, secondo il reparto di MD Michael.

Ma per ora, le sfide rimangono enormi. L’azienda ha cercato di ampliare la propria attività e diversi mesi fa ha aperto il primo dei suoi nuovi negozi premium H Beauty presso il centro commerciale Lakeside nell’Essex con un altro previsto per Milton Keynes.

Il rivenditore deve anche affrontare l’enorme sfida dell’attuale sistema di acquisti esentasse che termina per gli acquirenti non UE a partire dal nuovo anno. Come molti altri marchi e rivenditori nel settore del lusso, continua a fare pressioni sul governo affinché cambi idea su questo argomento.

Harrods è interamente di proprietà della Qatar Investment Authority.

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.