I soldati statunitensi sbarcano in Colombia

Reading Time: 1 minute read

Il 27 maggio 2020 è stato rivelato da un comunicato dell’ambasciata statunitense e il Ministero colombiano della Difesa Nazionale, che 45 uomini del 3 ° Squadron, 1 ° Brigata di assistenza alle forze di sicurezza ( SFAB ), sono arrivate in Colombia per sistemare la Base di Fort Benning all’inizio di giugno.

L’articolo 173, paragrafo 4, della Costituzione colombiana stabilisce che una delle funzioni del Senato è “consentire il transito di truppe straniere attraverso il territorio della Repubblica”; e l’articolo 237 stabilisce che “in caso di transito di truppe straniere sul territorio nazionale … il governo deve prima ascoltare il Consiglio di Stato”. Nessuno di questi due punti è stato rispettato dal presidente Ivan Duque.

Questi 45 “consiglieri” dello SFAB, che rimarranno in Colombia per diversi mesi, secondo il comunicato stampa dell’ambasciata, sono nel paese “rispettando tutti i protocolli di biosicurezza” per “aiutare nella lotta contro i narcotici”. È già stato visto in Vietnam. L’ambasciata ha anche indicato che l’obiettivo della loro azione è la cosiddetta “zona futura” istituita dal governo nel gennaio di quest’anno.

Le aree d’interesse di questi ‘consiglieri’ sono situate in 44 comuni rurali in cinque regioni del paese: Pacífico Nariñense, Catatumbo, Bajo Cauca e sud di Cordova, Arauca, Chiribiquete e i parchi naturali nazionali circostanti. Va notato che il Catatumbo e l’Arauca sono al confine con il Venezuela.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

PMComunicazione è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.