Il Brasile si unisce al passaporto logistico mondiale di Dubai

Reading Time: 2 minutes read

Gli aeroporti e i porti brasiliani stanno aderendo al World Logistics Passport ( WLP ), un’iniziativa del governo di Dubai, Emirati Arabi Uniti. Il WLP intende espandere le opportunità commerciali tra i mercati emergenti (Sud-Sud) e facilitare l’accesso dei prodotti brasiliani ai mercati del Medio Oriente, dell’Asia e dell’Africa.

Finora si sono uniti l’aeroporto internazionale Viracopos ( nella foto sopra ) a Campinas (Stato di San Paolo) e il terminal DP World nel porto di Santos (San Paolo). DP World Santos è una società del gruppo DP World (Dubai Ports World).

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha twittato l’iniziativa questo mercoledì (12). “Accolgo con favore la partecipazione degli aeroporti e dei porti brasiliani al World Logistics Passport, un’iniziativa degli Emirati Arabi Uniti che amplierà le opportunità commerciali tra i mercati emergenti e faciliterà l’accesso dei nostri prodotti ai mercati del Medio Oriente, dell’Asia e dell’Africa . ”

Giovedì (13) l’emiro di Dubai, primo ministro e vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohammed bin Rashid Al Maktoum, ha twittato in risposta al presidente brasiliano. “Diamo il benvenuto al Brasile, una delle economie più importanti del mondo, che si unisce all’iniziativa Passaporto logistico guidata da Dubai per costruire una rete logistica per il trasporto di merci e prodotti in tutto il mondo. Cerchiamo di collegare l’est del mondo con l’ovest, il nord e il sud, e oggi abbiamo partner dall’Indonesia e dall’India a est, e dal Brasile e dalla Colombia a ovest “, ha scritto Al Maktoum.

Secondo il capo dell’ufficio della Camera di Commercio di Dubai a San Paolo, João Paulo Paixão, il World Logistics Passport è un programma governativo negli Emirati Arabi Uniti guidato da Dubai e da diverse entità che sponsorizzano l’iniziativa, tra cui la Camera di Dubai.

Secondo l’uomo d’affari, il WLP ha selezionato hub in alcuni paesi e il Brasile era uno di questi. “E in particolare per Viracopos Airport e le operazioni di DP World a Santos abbiamo costruito questo collegamento con loro e stiamo già avendo alcuni incontri con i principali attori per convincere le aziende a partecipare a questo programma, in modo che possano trarne vantaggi, dal punto di vista di costi inferiori e sdoganamento del carico più rapido “, ha spiegato.

Le compagnie iscritte al programma devono dimostrare di aver aumentato il flusso commerciale per la rotta anno dopo anno e, a partire da queste informazioni, verranno inserite in categorie come Gold, Silver e Platinum, proprio come nei programmi a premi per le compagnie aeree. passeggeri. “E man mano che progrediscono in queste categorie, avranno maggiori vantaggi dal punto di vista dei costi e dei tempi per le esportazioni e le importazioni”, ha detto Paixão.

Il focus iniziale dell’iniziativa in Brasile era l’industria del trasporto aereo, secondo Paixão. I mezzi di trasporto merci del Brasile saranno collegati a una rete che coinvolgerà altre nazioni, tra cui Uruguay e Colombia (Sud America), Ghana (Africa) e alcuni paesi dell’Asia.

Secondo le informazioni diffuse dall’aeroporto Viracopos, nel programma partecipano più di 11 paesi, tra cui India, Sud Africa, Indonesia, Emirati Arabi Uniti, Brasile, Colombia, Cile, Uruguay, Senegal, Kazakistan e altri.

Inoltre, anche le multinazionali, tra cui UPS, Pfizer, Sony, Johnson & Johnson e LG, sono coinvolte nel WLP. I partner WLP, come DP World ed Emirates SkyCargo, potranno svolgere un ruolo importante nei progressi brasiliani nel commercio con il resto del mondo.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.