Il Consulente di Immagine ed il Dress Code

Reading Time: 4 minutes read

Il codice di abbigliamento è uno standard di abbigliamento stabilito per un determinato ambiente, come nell’esercito, in una scuola o in un lavoro o in un gruppo culturale – afferma il Dizionario . Quando dici che un determinato luogo o una funzione ha un codice di abbigliamento, significa che hanno una serie di regole sul tipo di abbigliamento che può essere indossato lì.

Un codice di abbigliamento indica conformità, senso di appartenenza e in una certa misura un senso di disciplina. Crea un’atmosfera di uniformità. Ti dà un metodo per identificarti con un gruppo più ampio attraverso il modo in cui ti vesti.

Soprattutto, cancella la confusione per la maggior parte delle persone su ciò che ci si aspetta da loro – nessuno vuole essere quella persona che è svestita o, peggio, vestita eccessivamente. Quando ci sono regole fisse, è facile seguirle.

Molte persone sono confuse da alcuni dei termini che accompagnano un codice di abbigliamento – casual vs business casual; formale vs cravatta nera ecc. Questo post mira a chiarire la confusione in una certa misura.

I principali codici di abbigliamento:

Cravatta bianca
Questo codice di abbigliamento è il più formale di tutti i codici di abbigliamento; chiamato anche abito da sera intero o codice di abbigliamento ultra-formale, è il tipo di abbigliamento che si vede negli spettacoli di premiazione internazionale, matrimoni, balli, ecc. , e il papillon bianco e le donne dovrebbero indossare abiti formali lunghi fino al pavimento o lunghi da cocktail con elaborati acconciature e gioielli ostentati.

Cravatta nera

Questo è un codice di abbigliamento formale di solito visto nelle funzioni sociali serali (dopo le 18:00) e nei matrimoni. Secondo questo codice di abbigliamento, gli uomini indossano abiti formali come un abito da smoking nero / blu notte, camicia bianca, cravatta nera e le donne indossano abiti formali lunghi fino al pavimento o lunghi da cocktail, di solito di colore nero.

Abbigliamento creativo con cravatta nera
Questo ha un’aggiunta di colore all’insieme bianco e nero del codice di abbigliamento della cravatta nera. Viene aggiunta una fascia o un gilet in un colore brillante.

Abbigliamento formale aziendale
Questo codice di abbigliamento prevede uomini che indossano abiti da lavoro e opere che includono camicia, gilet, cravatta e pantaloni e donne che indossano abiti da lavoro formali con gonne o un abito su misura. Utilizzato per riunioni di lavoro formali.

Abbigliamento semi-formale

Questo è leggermente meno formale del codice di abbigliamento formale: gli uomini dovrebbero indossare un abito scuro (in nero, blu scuro o grigio scuro) e le donne dovrebbero indossare abiti formali lunghi fino al pavimento o lunghi da cocktail.

Un abbigliamento casual elegante è un codice di abbigliamento simile ma per incontri sociali e cucina raffinata in ristoranti di fascia alta.

Abbigliamento casual aziendale

Questo codice di abbigliamento vuole che gli uomini indossino un abbigliamento semi-formale come pantaloni casual / cachi / pantaloni chino con camicie button-down (con colletti button-down) e senza cravatta e le donne indossino abiti semi-formali comodi adatti da indossare in ufficio – compresi abiti, pantaloni, camicette e gonne. Non sono ammessi jeans.

Abbigliamento casual

Questo codice di abbigliamento è una versione leggermente più elegante del tuo abbigliamento più casual. Jeans con una bella camicia e giacca da uomo e abiti casual / jeans e top per le donne.

Abbigliamento casual della California

Questo codice di abbigliamento si riferisce a un abbigliamento rilassato ma elegante-casual seguito dai professionisti della tecnologia delle società di software con sede in California, che include camicie casual, t-shirt, pantaloni larghi, jeans e giacche sportive.

Giacca / giacca e cravatta (preferita / obbligatoria)
Questo è un codice di abbigliamento indicato nei ristoranti / resort di fascia alta. Come suggerisce il nome, viene richiesta una formalità con l’obbligo di giacche e talvolta di cravatta. Può essere facoltativo in alcuni luoghi o addirittura obbligatorio. Gli abiti sono preferiti per le donne.

Abbigliamento da cocktail

Questo è un codice di abbigliamento pensato per feste e funzioni sociali serali. Il codice di abbigliamento indica agli uomini di indossare abiti da lavoro e alle donne di indossare abiti da festa, non necessariamente lunghi.

Una visione diversa sui codici di abbigliamento

Un codice di abbigliamento forse considerato come interferire nella libertà di espressione da alcune persone. Ma ci sono circostanze in cui una tale espressione di sé può essere considerata inappropriata.

La prima legge sul codice di abbigliamento scolastico è stata stabilita nel 1969 dalla Corte Suprema degli Stati Uniti – la corte ha stabilito che le scuole hanno il diritto di stabilire un codice di abbigliamento rigoroso e chiedere l’adesione ai suoi studenti “per promuovere un ambiente scolastico sicuro e disciplinato, prevenire interferenze con compiti scolastici e disciplina e incoraggiare l’uniformità dell’abbigliamento degli studenti ”.

Fonte : sewguide

Note di Redazione
Quando leggete nelle presentazioni professionali la dicitura ‘Consulente di ‘immagine’, fate attenzione perché di consueto é una figura professionale poliedrica, ovvero:

1) Fornisce un servizio dedicato al miglioramento dell’aspetto attraverso il modo di vestirsi, muoversi, presentarsi. Si occupa di tutto quello che concerne la comunicazione non verbale: l’abbigliamento, l’igiene personale, il trucco, l’acconciatura, l’etichetta. Grazie all’utilizzo di tecniche quali l’analisi del colore (la scelta dei colori giusti per valorizzare pelle e occhi), il camouflage (che nasconde i punti critici del fisico ed esalta i punti di forza), e attraverso l’analisi dello stile che i clienti desiderano, rimette a nuovo l’immagine, senza pratiche invasive. Da non confondere con il personal shopper, che si dedica prevalentemente all’acquisto di capi di abbigliamento, o con lo stylist, che si occupa di definire lo stile delle celebrità.

2) In ambito commerciale, il consulente d’immagine fornisce un servizio dedicato al miglioramento dell’aspetto dell’azienda, che sia un negozio o un’attività produttiva qualsiasi. In questo caso il consulente, che spesso ma non sempre coincide con un’agenzia pubblicitaria, si occupa di tutto quello che concerne la comunicazione visiva dell’azienda: dal brand agli slogan, dalla scelta di testimonial pubblicitario alla creazione dello spot, fino alla gestione delle vetrine aziendali.

(Per quanto sopra si ringrazia Wikipedia)

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.