Il governo australiano rinnova sistema elaborazione visti

Reading Time: 3 minutes read

Il governo australiano ha fornito maggiori dettagli sul suo piano per sviluppare una piattaforma completa del governo, chiamata funzionalità di autorizzazione, che prevede di utilizzare per fornire servizi digitali del Commonwealth che richiedono autorizzazioni.

Il segretario del Dipartimento degli affari interni Mike Pezzullo ha spiegato che il governo prevede che la capacità di autorizzazione verrà utilizzata per servizi governativi come visti, permessi di importazione ed esportazione, licenze, accrediti, dichiarazioni e registrazioni.

Il governo federale ha segnalato per la prima volta piani per costruire la sua piattaforma di autorizzazioni a luglio 2020.

La prima cabina fuori dal rango per questo nuovo sistema sarebbe lo sviluppo di un Digital Passenger Deceleration (DPD), impostato per sostituire la carta per passeggeri in arrivo ed elaborata manualmente per la dichiarazione sanitaria COVID-19 separata.

Secondo il governo, attraverso il DPD, i viaggiatori diretti in Australia sarebbero in grado di fornire le informazioni sui passeggeri in arrivo tramite il proprio dispositivo mobile o computer, consentendo anche di caricare e collegare digitalmente le certificazioni di vaccinazione COVID certificate se e quando diventano disponibili.

Il ministro facente funzioni per l’immigrazione, la cittadinanza, i servizi per i migranti e gli affari multiculturali Alan Tudge e il ministro per i servizi governativi Stuart Robert hanno affermato congiuntamente che il DPD consentirebbe la raccolta e la condivisione delle informazioni in modo più efficiente, pur consentendo di utilizzare la stessa autorità per la raccolta.

Tudge ha sostenuto che avrebbe anche semplificato la risposta nazionale al tracciamento dei contatti COVID-19 accelerando la raccolta e l’elaborazione delle informazioni.

La presentazione dei piani per semplificare il tracciamento dei contatti COVID-19 negli aeroporti ha coinciso con l’annuncio del governo del New South Wales che i passeggeri potevano ora utilizzare l’app Service NSW per effettuare il check-in per il tracciamento dei contatti all’aeroporto di Sydney scansionando un codice QR univoco situato presso terminal internazionali.

L’app acquisisce automaticamente la data, l’ora e il luogo del check-in, che vengono archiviati come dati per 28 giorni esclusivamente allo scopo di tracciare i contatti prima di essere eliminati.

Il prodotto visto semplice includerebbe un’applicazione digitale che sarebbe resa disponibile per i viaggiatori non cittadini che soddisfano determinati criteri per i visti. Sarebbe anche utilizzato per integrare più visti nel nuovo sistema quando saranno digitalizzati, nonché per snellire il processo di richiesta e facilitare il movimento dei titolari di visto attraverso i confini internazionali.

All’inizio di quest’anno, il governo federale ha interrotto la sua controversa richiesta di gara d’appalto per la sua proposta di Global Digital Platform (GDP).

Il Dipartimento per l’immigrazione e la protezione delle frontiere – ora Affari interni – è stato inizialmente presentato in gara nel settembre 2017, cercando un fornitore per progettare, implementare e gestire una nuova attività di visti.

All’epoca, è stato spiegato che la nuova attività di visto sarebbe stata esternalizzata a un’altra parte incaricata di elaborare le domande di visto.

Nel 2018 è stata pubblicata una richiesta di gara e rapidamente rimossa . Ha chiesto a una società privata di possedere e gestire il sistema di elaborazione dei visti australiano per un periodo di 10 anni.

Il Dipartimento degli affari interni ha speso poco meno di 92 milioni di dollari australiani per la progettazione e gli appalti del progetto PIL cestinato. Di tale importo, 24 milioni di dollari australiani sono stati spesi per la co-progettazione e lo sviluppo dei requisiti aziendali; 32 milioni di dollari australiani sulla richiesta del PIL per processi di appalto, correttezza, legale e assicurazione; 18 milioni di dollari australiani sulla disponibilità IT dipartimentale; e 17 milioni di dollari australiani per lo sviluppo di regole aziendali.

Altri 65 milioni di dollari australiani sono stati spesi in contratti esterni sul PIL proposto, ha rivelato il dipartimento a maggio in risposta alle domande su avviso delle stime del senato tenutesi all’inizio di marzo. Boston Consulting Group se ne è andata con AU $ 43,5 milioni e KPMG con quasi AU $ 8 milioni.

Condividi nei social

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, allora aderisci al: Reporters Freelance.

Possiedi una Mercedes nuova o d’epoca?

Entra nella comunità internazionale dei proprietari Mercedes di oltre 6000 iscritti…e se possiedi una SL d’epoca od una nuova SLK, condividi la tua passione con altri proprietari di SL/SLK) nel primo Registro Italiano, nato nel 1994. Se desideri leggere le ultime novità e notizie, iscriviti al: Mercedes Style Magazine.

Per gli amatori e professionisti del Ciclismo…

Se desideri dialogare con altri del tuo sport, invitiamo a iscriversi in questo gruppo. Per quelli che, invece, preferiscono leggere periodiche notizie c’è una pagina nel social Facebook.