Il PIL rallenta nella maggior parte delle economie del G20

Reading Time: 1 minute read

La crescita del prodotto interno lordo (PIL) reale nell’area del G20 nel suo complesso è stata stabile allo 0,7% nel terzo trimestre del 2019, secondo stime provvisorie, ma ha rallentato nella maggior parte delle economie del G20.

Il PIL si è contratto in Sudafrica (dello 0,1%, dopo una crescita dello 0,8% nel trimestre precedente). La crescita ha inoltre rallentato significativamente in Corea e Turchia (allo 0,4%, dall’1,0% in entrambi i paesi) e in Canada (allo 0,3%, dallo 0,9%), più moderatamente in Australia (allo 0,4%, dallo 0,6%) e marginalmente in Cina (all’1,5%, dall’1,6%), Indonesia (all’1,2%, dall’1,3%) e Giappone (allo 0,4%, dallo 0,5%).

La crescita del PIL è stata stabile negli Stati Uniti, in Francia e in Italia (rispettivamente allo 0,5%, 0,3% e 0,1%) nel terzo trimestre del 2019 e ha registrato una lieve marginalità in India (all’1,1%, dall’1,0%), Brasile (a 0,6%, dallo 0,5%), Unione Europea (allo 0,3%, dallo 0,2%), Regno Unito e Germania (rispettivamente allo 0,3% e 0,1%, dopo una contrazione dello 0,2% in ciascun paese nel trimestre precedente) . Il PIL è rimasto invariato in Messico (a seguito di una contrazione dello 0,1% nel trimestre precedente).

La crescita del PIL su base annua per l’area del G20 è rallentata al 2,9% nel terzo trimestre del 2019, rispetto al 3,0% nel trimestre precedente, con la Cina che ha registrato la crescita più elevata (6,0%) e il Messico il più basso (meno 0,2%) . La crescita del PIL su base annua per l’area OCSE è rimasta stabile all’1,6%.

Fonte: OCSE

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.