Il presidente di El Salvador vuole Bitcoin come moneta a corso legale

Reading Time: 1 minute read

Il presidente autoritario di El Salvador, Nayib Bukele, ha in programma di rendere Bitcoin a corso legale. La proposta di legge, annunciata ieri alla conferenza Bitcoin 2021 di Miami , ha suscitato la speculazione che i salvadoregni presto compreranno la loro spesa con Bitcoin.

Bukele ha twittato che il disegno di legge renderebbe anche più economico e veloce per i migranti inviare denaro a casa in El Salvador.

El Salvador ha avuto un grande successo nelle ultime ore della conferenza Bitcoin 2021 a Miami. In un video preregistrato, il presidente di El Salvador Nayib Bukele ha annunciato che solo il 30% dei salvadoregni ha conti bancari, rendendo le rimesse in valuta flat inutilmente costose. Un grosso problema, considerando che le rimesse costituiscono il 21% del PIL del Paese .

Ma potrebbe esserci meno in questo di quanto l’eccitazione suggerisca. Dichiarare Bitcoin come moneta a corso legale non ha nulla a che fare con rimesse o pagamenti, ha affermato George Selgin, che dirige il Centro per le alternative monetarie e finanziarie di Catone .

Il cambiamento potrebbe anche consentire alle banche di effettuare transazioni in Bitcoin, accettare depositi e concedere prestiti in criptovaluta , ha affermato.

Comunque è improbabile che El Salvador diventi una nazione Bitcoin in breve tempo. Tuttavia, è un piccolo, ma potente passo verso l’adozione mainstream di Bitcoin.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.