ILO, Lavoro minorile: 160 milioni i bambini vittime

Reading Time: 1 minute read

Il numero di bambini vittime del lavoro minorile è salito a 160 milioni in tutto il mondo, secondo un nuovo rapporto dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) e dell’UNICEF.

La cifra ha registrato un aumento di 8,4 milioni negli ultimi quattro anni, afferma il rapporto pubblicato in vista della Giornata mondiale contro il lavoro minorile il 12 giugno 2021.

Il rapporto afferma che 79 milioni di bambini di età compresa tra 5 e 17 anni svolgono lavori pericolosi, lavori che potrebbero danneggiare la loro salute, sicurezza o morale.

Il rapporto ha avvertito che la pandemia di coronavirus metterà nove milioni di bambini in più a rischio di essere spinti al lavoro minorile, entro la fine del 2022. Secondo un modello di simulazione, questa cifra potrebbe raggiungere i 46 milioni se non hanno accesso a coperture di protezione sociale critiche.

Questo articolo è stato adattato dalla sua fonte originale.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.