kebab “yakitori” nel menu degli astronauti giapponesi

Reading Time: 1 minute read

Gli astronauti giapponesi riceveranno gli spiedini di pollo giapponesi “yakitori”, come complemento al menu della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dopo l’approvazione della Jaxa.

La carne di pollo alla griglia, condita con diverse salse è molto popolare in Giappone e all’estero, verrà confezionata in una scatola e soddisferà tutte le garanzie di salute e conservazione, certificandola come “prodotto alimentare giapponese”.

Lo “yakitori” e altri 34 piatti o spuntini giapponesi, tra cui “onigiri” di arancini di riso, noodles di ramen, zuppa di alghe e sgombro cotto, sono inseriti nel menù degli astronauti giapponesi, ma hanno difficoltà ad assumerli durante i lunghi mesi nello spazio.

Oltre ai cibi base selezionati dall’agenzia spaziale americana Nasa, i giapponesi possono scegliere il cibo che vogliono da portare via per la loro missione, ha detto un portavoce dell’agenzia spaziale giapponese (Jaxa).

Se gli yakitori spaziali avranno il sapore di uno spiedino con salsa di soia o yuzu alla menta, non sembreranno simili a quelli originali per motivi di vario tipo, compreso evitare al minimo gli sprechi.

I primi spiedini di pollo verranno consegnati alla ISS l’anno prossimo, quando, secondo la Jaxa, due astronauti giapponesi dovrebbero rimanere alla stazione spaziale.

Fonte
Nasa

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.