La domanda di petrolio raggiungerà il record entro il 2026

Reading Time: 1 minute read

La domanda globale di petrolio tornerà ai livelli pre-pandemia in due anni e raggiungerà livelli record entro il 2026 a meno che i governi non agiscano rapidamente per raggiungere gli obiettivi climatici, ha affermato mercoledì l’Agenzia internazionale dell’energia.

I mercati petroliferi e l’economia mondiale si stanno riprendendo dal massiccio crollo della domanda causato dalla pandemia di coronavirus, ha affermato l’AIE in un rapporto annuale. Man mano che le persone vengono vaccinate e le restrizioni vengono revocate, la domanda tornerà al livello del 2019 entro il 2023, secondo il rapporto.

Le proiezioni quinquennali dell’AIE stimano che la domanda globale aumenterà ogni anno per raggiungere i 104 milioni di barili al giorno (mb / d) entro il 2026, un aumento del 4% rispetto al livello del 2019.

Le prospettive per la domanda, tuttavia, sono diminuite poiché la pandemia ha imposto cambiamenti nel comportamento, con le persone che lavorano da casa e viaggiano di meno, afferma il rapporto.

Altri governi si stanno inoltre concentrando su una potenziale “ripresa sostenibile” per muoversi rapidamente verso un futuro a basse emissioni di carbonio.

Ciò solleva la prospettiva di raggiungere un picco nella domanda di petrolio prima del previsto “se i governi seguiranno con politiche forti per accelerare il passaggio all’energia pulita”, secondo il rapporto.

Si prevede che l’Asia guiderà una rinnovata crescita della domanda globale e rappresenterà il 90% dell’aumento dal 2019 al 2026, secondo lo scenario di base dell’agenzia.

Se gli standard di efficienza del carburante vengono migliorati, le vendite di veicoli elettrici decollano, il settore energetico utilizza meno energia, le persone riciclano e lavorano di più da casa ed il quadro potrebbe cambiare drasticamente.

Fonti nel testo

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.