La mostra di Tutankhamon torna in Egitto

Reading Time: 1 minute read

166 manufatti della mostra del re Tutankhamon sono tornati in Egitto, provenienti dalla terza tappa nella capitale britannica, Londra, dove la mostra si è tenuta sotto il titolo “Tutankhamon… i tesori del faraone d’oro”.

Il tour all’estero della mostra è iniziato nel 2018 nella città di Los Angeles, negli Stati Uniti d’America, poi nella capitale francese, Parigi, e nella capitale britannica, Londra.

Questa mostra ha ottenuto un grande successo in questi paesi, soprattutto in Francia, dove ha battuto il record di visitatori nella storia delle mostre culturali, poiché più di un milione e 400 mila visitatori l’hanno visitata durante 6 mesi nel 2019.

A causa delle ripercussioni dell’emergente crisi del Coronavirus, la mostra di Londra è stata chiusa nel mese di marzo 2020, 44 giorni prima della fine del suo periodo originale, come parte delle misure precauzionali e preventive che sono state prese in Gran Bretagna.

Di conseguenza, il Consiglio di amministrazione del Consiglio supremo delle antichità ha ordinato la restituzione di questi manufatti alla Repubblica araba d’Egitto.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.