La Russia è pronta a collaborare con la NATO

Reading Time: 1 minute read

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato martedì che il suo paese è aperto alla cooperazione con la NATO come vertice di due giorni dell’alleanza occidentale nel Regno Unito. Putin ha dichiarato: “Abbiamo ripetutamente espresso disponibilità a resistere congiuntamente alle minacce reali”, secondo le agenzie di stampa russe.

Ha definito queste minacce comuni come “terrorismo internazionale, conflitti armati locali (e) il pericolo di proliferazione incontrollata di armi di distruzione di massa”.

Putin non ha mai nascosto il suo risentimento per l’espansione della NATO, nelle ex repubbliche sovietiche, che vede appartenere alla zona di influenza di Mosca.

La Russia è “obbligata a vedere l’espansione della NATO, lo sviluppo della sua infrastruttura militare vicino ai suoi confini come una delle potenziali minacce alla sicurezza del nostro paese”, ha detto.

La Russia ha approvato per la prima volta una legislazione che consente alle organizzazioni dei media di essere etichettate come ‘Agenti stranieri’.

All’inizio di agosto, Putin aveva affermato che la Russia non vedeva l’ora di intensificare il dialogo con gli Stati Uniti sul disarmo e la stabilità strategica.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.