Le migliori scarpe CrossFit da uomo

Reading Time: 4 minutes read

Il CrossFit ha cambiato per sempre il modo in cui le persone si allenano. Sebbene sia iniziato come uno sport di nicchia riservato agli atleti ossessivi, oggi è una sorta di fenomeno di fitness globale.

Il CrossFit non è qualcosa da prendere alla leggera, motivo per cui dovresti prendere il tempo per controllare con il tuo medico di base per vedere se il tuo corpo è pronto per le routine di allenamento impegnative.

Il CrossFit è un ottimo modo per diventare forti e perdere peso, divertendosi e creando cameratismo con chi ti circonda. Quello che gli altri considerano un compromesso è davvero più un approccio olistico alla salute.

Le scarpe fitness funzionali per il CrossFit dovrebbero essere in grado di garantire le sue sessioni di allenamento. Di seguito le scarpe che, secondo noi, sono le migliori sul mercato.

Una scarpa da Crossfit deve avere delle caratteristiche specifiche, quali: Stabilità, Flessibilità, Grip, Durabilità.

Partiamo dalle Converse Chuck Taylor, adatte a tutto, dal basket barebone alle sneakers da skate di ispirazione retrò.La loro suola solida e piatta, forniscono un punto di contatto stabile quando si lavora con molto peso. Sono abbastanza flessibili da correre senza essere troppo morbide per lo squat.

Le Charged Commit 2 di Under Armour combinano una tomaia in mesh leggera con rivestimenti esterni in pelle, dando vita a una scarpa traspirante e molto sostenitiva.

Nel 1906 Mizuno ha prodotto alcuni degli attrezzi sportivi di altissima qualità sul mercato. Per i principianti c’è la scarpa TF-02, dotata della suola COB che migliora la trazione durante l’allenamento di velocità e agilità, nonché un migliore equilibrio quando il peso si sposta da un piede all’altro.

New Balance è un marchio conosciuto per le sue scarpe da corsa, e le Minimus 20v7 sono interessanti da valutare. In pratica ha una discreta stabilità durante gli stacchi, gli squat e qualsiasi altro esercizio farai in giornata.

Aggiungi a ciò schiuma modellata sul tallone e un po ‘di supporto per l’arco Meta integrato; per quanto riguarda la ventilazione, il Minimus è dotato di qualità di controllo della temperatura in abbondanza.

La tomaia è nuova per il modello v7. Realizzato con un filato di nylon infuso con finestre monomesh, fornisce un ampio supporto laterale con l’ulteriore vantaggio di essere arioso.

Passiamo ad un’altro prodotto ? Prendiamo la be nota Nike con il free Metcon3 che, nel CrossFit, risultano le più comode ed a quanto riferiscono diversi sportivi sono la soluzione migliore.

La tecnologia Nike Free sull’avampiede assicura che la scarpa si muova con i tuoi piedi mentre è in movimento. Ai lati, scoprirai che i Free Metcon 3 includono zone di rigidità mirate per aiutare con il supporto, durante i movimenti laterali.

Quindi, mentre sono a loro agio per sprint veloci ad alta intensità, gli sforzi di trazione non sono così morbidi da lasciarti desiderare la sicurezza, quando arriva il momento di cambiare direzione.

Le Nike Free Metcon 3 sono dotate di stabilità nel tallone per aiutarti a ottenere il massimo, anche durante le prestazioni olimpiche dei tuoi sollevamenti del peso.

La gran parte della concorrenza farà affermazioni audaci sule loro scarpe, ma per quanto ne abbiamo testato il prodotto, soprattutto da chi sono campioni olimpici, la litania è sempre quasi su prodotti Nike. Comunque…a te la scelta migliore per avere una combinazione in termini di vestibilità e sensazione.

Sebbene il CrossFit abbia implementato regolamenti esclusivi sull’attrezzatura al momento del rilascio del primo modello Metcon, è bene ricordare che Matt Fraser ha vinto le ultime cinque vittorie nel campionato, diventando abbastanza evidente che Nike sa cosa sta facendo.

Quando si parla di stabilità, Nike sa come creare un prodotto adatto ai piedi degli atleti più esigenti.

Per chi è un atleta dei vecchi tempi si ricorderà sempre le mitiche Adidas che oggi, evolute, sono differenti un pò anche nei materiali; prendiamo le Adipower 2 che sono tecnicamente destinate al sollevamento pesi piuttosto che alle competizioni CrossFit. Comunque si può azzardare nell’utilizzo del fitness funzionale.

La suola è in TPU non compressiva per una migliore risposta sotto carichi pesanti. Certo, è un po ‘più morbido di quello che si trova sugli originali, ma un po’ di flessibilità extra li rende molto più gestibili.

L’altezza effettiva del tallone è di 20,1 mm (0,79 pollici per chi ci legge dall’estero) con un risultato di avere un paio di scarpe da ginnastica perfette quasi in tutto, dall’inizio dello snatch fino al fondo dello squat.

Le Adipower 2 includono una combinazione di rinforzi interni e un cinturino in velcro per offrire una vestibilità e una sensazione personalizzate.

Infine, nella carrellata delle scarpe crossfit non poteva mancare la REEBOK NANO X, il cui design deccelle in quasi tutte le aree dello sport e difficilmente troverai una scelta più specifica.

La tomaia è morbida in tessuto Flexweave con aree di supporto ed elasticità mirate. Il modello ‘Nano X’ è abbastanza leggero e traspirante da mantenere i tuoi piedi freschi.

La scarpa è dotata anche di un’intersuola in schiuma EVA ammortizzata, a bassa caduta. Quindi, anche se è molto stabile sotto i piedi, questo non vuol dire che sembra una tavola di legno quando sei in movimento.

Di seguito l’elenco dei modelli delle scarpe che puoi anche acquistare su Amazon, ove abbiamo aperto un account e potrai contribuire a sostenere alle spese di questa piattaforma di comunicazione che, per noi, è un lavoro professionale.

1. Converse Chuck Taylor,

2. Charged Commit 2 di Under Armour,

3. Mizuno TF-02 oppure Wave Rider24,

4. New Balance Minimus 20v7,

5. Nike free Metcon 3,

6. Adidas Adipowers 2,

7. Reebok Nano X.

:+:

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.