Levi Strauss & Co. annuncia modifiche alla leadership senior per elevare il marchio

Reading Time: 3 minutes read

Levi Strauss & Co. (NYSE: LEVI) ha annunciato oggi una serie di cambiamenti di leadership, a partire dal 30 novembre 2020, progettati per posizionare l’azienda per il futuro. Come condiviso nell’ultimo annuncio finanziario trimestrale della società, LS & Co. sta elevando il marchio Levi’s®, continuando a diversificare con una maggiore attenzione al direct-to-consumer (DTC) e dando priorità alla digitalizzazione della propria attività per fornire valore e aiutare l’azienda a emergere più forte e redditizia.

Le nomine esecutive odierne consentiranno all’azienda di abbracciare pienamente l’agilità e la digitalizzazione per rispondere più rapidamente ed efficacemente sul mercato. Come riporta direttamente a Chip Bergh, presidente e amministratore delegato di Levi Strauss & Co., questi leader insieme saranno responsabili della guida dell’agenda di crescita strategica dell’azienda.

Raddoppiando i principali driver di crescita dell’azienda – il continuo rafforzamento della nostra più grande risorsa, il marchio Levi’s®; guidando con DTC e diversificando la nostra attività; e abbracciando pienamente il digitale per trasformare le nostre operazioni e processi – stiamo capitalizzando le opportunità create dalla pandemia globale, che ha accelerato i cambiamenti nel comportamento dei consumatori e nel panorama competitivo “, ha detto Bergh. “Con un team di gestione leader del settore, LS & Co. Ha la fortuna di avere un gruppo di leader che hanno guidato il valore a lungo termine e sono ben posizionati per guidare questo obiettivo per il prossimo capitolo della nostra crescita“.

Per sfruttare la forza esistente del marchio Levi’s®, l’azienda sta promuovendo il suo chief marketing officer, Jen Sey, a presidente del marchio. L’organizzazione del marchio Levi’s® riunirà marketing, design, merchandising ed esperienza del marchio per guidare una visione del marchio guidata dal centro ed eseguire con un focus incentrato sul consumatore a livello globale.

Liz O’Neill diventerà Chief Operations Officer e si baserà sulla forza della spina dorsale operativa della catena di fornitura globale di LS & Co. guidando la digitalizzazione, la sostenibilità e l’agilità, incluso il lancio in corso della tecnologia FLX dell’azienda.

Seth Ellison, in precedenza vicepresidente esecutivo e presidente per l’Europa, è stato promosso a chief commercial officer (CCO), a capo delle operazioni commerciali globali dell’azienda. In qualità di CCO, Ellison farà leva sulla diversificazione e sulla mentalità del primo DTC operativa con successo in Europa per amplificare la crescita commerciale in tutti i canali e mercati.

Per accelerare la trasformazione digitale dell’azienda, Marc Rosen, vicepresidente esecutivo e presidente, Americas, sta assumendo un ruolo aggiuntivo alla guida di un nuovo Digital Enterprise Office. In questa veste, Rosen lavorerà con i leader della tecnologia, del business, dei dati e dell’intelligenza artificiale in tutta l’azienda per impostare l’agenda digitale dell’azienda a livello aziendale.

.*.

Informazioni su Levi Strauss & Co.

Levi Strauss & Co. (LS & Co.) È una delle più grandi aziende di abbigliamento di marca al mondo e leader mondiale nel jeanswear. L’azienda progetta e commercializza jeans, abbigliamento casual e relativi accessori per uomo, donna e bambino con i marchi Levi’s®, Dockers®, Signature by Levi Strauss & Co. ™ e Denizen®. I suoi prodotti sono venduti in più di 110 paesi in tutto il mondo attraverso una combinazione di catene di distribuzione, grandi magazzini, siti online e una presenza globale di circa 3.000 negozi al dettaglio e shop-in-shop. I ricavi netti di Levi Strauss & Co. nel 2019 sono stati di 5,8 miliardi di dollari.

.:.

Dichiarazioni previsionali
Il presente comunicato stampa contiene, oltre alle informazioni storiche, dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni relative alle prospettive della società per la performance finanziaria e la crescita; risultati finanziari futuri, inclusa la redditività; l’impatto della continua diversificazione, inclusa una focalizzazione sul direct-to-consumer, sui risultati finanziari dell’azienda; e l’impatto delle iniziative di digitalizzazione sui risultati finanziari dell’azienda. L’azienda ha basato queste dichiarazioni previsionali sulle sue attuali ipotesi, aspettative e proiezioni su eventi futuri. Parole come, ma non limitate a, “credere”, “sarà”, “così possiamo”, “quando”, “anticipare”, “intendere”, “stimare”, “aspettarsi”, “progetto”, “fiducioso” ed espressioni simili vengono utilizzate per identificare dichiarazioni previsionali, sebbene non tutte le dichiarazioni previsionali contengano queste parole. Queste dichiarazioni previsionali sono necessariamente stime che riflettono il miglior giudizio del senior management e comportano una serie di rischi e incertezze che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano sostanzialmente da quelli suggeriti dalle dichiarazioni previsionali. Gli investitori dovrebbero considerare le informazioni contenute nei documenti depositati dalla società presso la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, inclusa la sua relazione annuale sul modulo 10-K per il 2019 e la relazione trimestrale sul modulo 10-Q per il trimestre terminato il 23 agosto 2020 , in particolare nelle sezioni “Discussione della direzione e analisi delle condizioni finanziarie e dei risultati delle operazioni” e “Fattori di rischio”. Anche altri fattori sconosciuti o imprevedibili potrebbero avere effetti negativi sostanziali su risultati, prestazioni o risultati futuri. Alla luce di questi rischi, incertezze, ipotesi e fattori, gli eventi previsionali discussi in questo comunicato stampa potrebbero non verificarsi. Si avvisa di non fare indebito affidamento su queste dichiarazioni previsionali, che si riferiscono solo alla data indicata o, se non viene indicata alcuna data, alla data di questo comunicato stampa. L’azienda non ha alcun obbligo e non intende aggiornare o rivedere nessuna delle dichiarazioni previsionali contenute in questo comunicato stampa per riflettere circostanze esistenti dopo la data di questo comunicato stampa o per riflettere il verificarsi di eventi futuri.

Fonte versione originale

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.