L’importanza del rame nell’economia cinese

Reading Time: 1 minute read

I settori manifatturiero e delle costruzioni cinesi, che consumano circa la metà del rame mondiale, hanno registrato una forte ripresa dalla chiusura del COVID-19 all’inizio dell’anno, con l’attività della fabbrica a giugno che è cresciuta al ritmo più veloce da dicembre.

Il prezzo del rame è sostenuto anche da fattori di offerta. I due maggiori produttori di rame del mondo, Cile e Perù, continuano ad affrontare gravi epidemie di COVID-19. In Perù, la produzione di rame è diminuita del 42% a maggio, mentre il minatore statale cileno Codelco ha temporaneamente chiuso la sua più grande fonderia e raffineria e ha sospeso la costruzione nella sua miniera di punta.

Si prevede che la forte domanda di metallo dalla Cina continuerà ad andare avanti, sostenuta dalle misure di stimolo del governo. Sono state introdotte esenzioni fiscali e tassi di prestito più bassi per i produttori per aiutare il settore a riprendersi dall’impatto della pandemia.

Questa ripresa si è riflessa in un aumento del 50% su base mensile delle importazioni di rame non lavorato dalla Cina a giugno fino a un massimo record di 656.483 tonnellate, poco più del doppio del livello importato nello stesso mese del 2019.

Per i primi sei mesi del 2020 , le importazioni di rame hanno totalizzato 2,84 milioni, un aumento del 25% rispetto allo stesso periodo del 2019, nonostante l’interruzione causata da COVID-19.

Fonte

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.