Londra, nuovo ristorante Hive in Selfridges; menù a base di miele

Reading Time: 1 minute read

Il ristorante Hive ha aperto al terzo piano di Selfridges con un menu creativo a base di miele. Questo prodotto in natura è un dolcificante particolare, ma non sempre adatto nelle diete. Le sue proprietà sono ben note: rimedio per aiutare a ridurre l’ansia, calmare l’insonnia e combattere la stanchezza.

Khalid Samata, il fondatore del nuovissimo ristorante Hive di Selfridges , attingendo a questa moltitudine di vantaggi, ha creato un menu innovativo che incorpora diversi tipi di miele che include un tè pomeridiano con spuntini di formaggio, cocktail come il Nutty Naughty Bee – un mix di gin, succo di limone, tonka bitter e miele di castagno.

Il menu della colazione comprende piatti come i fichi su pane tostato con ricotta e miele e la frittata al miele al tartufo, mentre i menu del pranzo e della cena si concentrano su opzioni fresche e leggere.

Il ristorante produce e raccoglie la propria gamma di miele aromatizzato da una collezione di arnie sul tetto.

Gli interni della sala da pranzo sono stati progettati per creare un’atmosfera rilassante ed elegante, con dettagli dorati e una collezione di fioriere colorate che sono state impollinate dalle api residenti.

Hive aprirà il 4 dicembre 2020 al terzo piano di Selfridges, Londra. Per maggiori informazioni visita: hiverestaurant.uk

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.