Mercedes Benz Middle East, Il futuro delle auto è elettrico

Reading Time: 1 minute read

Il Medio Oriente vedrà un aumento significativo nell’adozione di auto elettriche, nonostante le idee sbagliate diffuse della tecnologia e una relativa mancanza di infrastrutture, secondo Thomas Klein, CEO di Mercedes Benz Cars Middle East.

In un’intervista con Arabian Business a margine del Motor Show di Dubai, Klein ha dichiarato: “Fondamentalmente, il futuro dell’automobile come la vediamo è elettrico.

“Ciò significa che non abbiamo motori a combustione tradizionali? Io non la penso così. Vedremo più ibridi, ma anche veicoli più completamente elettrici in arrivo. Il fatto che ciò sia o meno ampiamente accettato dipende dalle politiche che lo circondano e dall’infrastruttura fornita “, ha aggiunto.

Nel 2018, Mercedes Benz ha debuttato il suo primo veicolo elettrico, l’EQC. È il primo membro di una gamma di auto che includerà 10 nuovi modelli entro il 2022.

Secondo Klein, l’adozione più ampia di veicoli elettrici è ancora ostacolata da un’errata “convinzione che ci sia una sorta di svantaggio nella guida di auto elettriche …. Posso assolutamente [dire] che non esiste”.

Nel caso dell’EQC, ad esempio, Klein ha affermato che il veicolo ha un’autonomia di 471 km, che è “molto simile” a quella dei veicoli a benzina comparabili, nonché le stesse caratteristiche di lusso e prestazioni di guida

Molte delle idee sbagliate dei veicoli elettrici, ha detto Klein, derivano probabilmente dalle limitazioni dei primi modelli.

Fonte
arabianbusiness.com

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.