Mississippi, Impianti di trasformazione alimentare: Agenti immigrazione arrestano 680 lavoratori

Reading Time: 1 minute read

I funzionari statunitensi dell’immigrazione hanno fatto irruzione in sette impianti di lavorazione del pollo nel Mississippi, arrestando 680 lavoratori per lo più latini. Le incursioni, programmate mesi fa, sono avvenute poche ore prima che il presidente Donald Trump visitasse El Paso, in Texas.

Circa 600 agenti statunitensi di immigrazione e controllo doganale hanno scandagliato gli impianti gestiti da cinque società, circondando i perimetri per impedire ai lavoratori di fuggire.

A Morton, a circa 40 miglia (65 chilometri) a est della capitale di Jackson, i lavoratori hanno riempito tre autobus – due per uomini e uno per donne – in uno stabilimento di Koch Foods Inc.

Gli arrestati, portati in un hangar militare per essere processati per violazioni dell’immigrazione, sono irregolari.

Il Mississippi è il quinto stato produttore di pollame della nazione e i difficili lavori di trasformazione sono stati principalmente occupati dagli immigrati latini ,desiderosi di svolgere qualsiasi lavoro possano ottenere.

Le società coinvolte potrebbero essere accusate di assumere consapevolmente lavoratori che si trovano nella contea illegalmente e saranno esaminati per frode fiscale, documentale e salariale, ha detto Albence.

Fonte
time.com

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.