Moda, Il futuro delle sneakers è vegano

Reading Time: 1 minute read

Il futuro delle sneakers è vegano poiché i marchi nuovi e affermati aumentano la posta in gioco; ma perché acquistare scarpe da ginnastica in pelle quando ci sono altri modi per il benessere degli animali oltre che del rispetto per il pianeta?

Ci sono molti argomenti contro i modelli vegani – troppo costosi, meno estetici, non di tendenza – ma stanno cadendo sempre più nel dimenticatoio visti gli ultimi modelli in arrivo sul mercato. Dimostrando che, passare a sneakers vegane, non è dannoso per lo stile o per il portafoglio.

Un tempo relegate nella categoria degli accessori utilizzati esclusivamente dagli appassionati di sport, le sneakers sono tornate alla ribalta diversi anni fa per diventare un must-have di prim’ordine, per le fashioniste e per coloro che non prestano particolare attenzione alla sfera della moda.

Basta guardarsi intorno per fare il punto su quanto sia diventato grande il fenomeno: quasi tutti indossano scarpe da ginnastica. Tant’è che giganti dello sport come adidas, Reebok e Nike hanno moltiplicato i loro lanci e le loro linee e stanno ripubblicando modelli degli anni ’70, ’80 e ’90.

Oggi ci sono molte alternative vegane alla pelle – materiali sintetici, vegetali o riciclati – che offrono la possibilità di indossare scarpe da ginnastica sostenendo la causa animale.

Marchi come Veja , No Saints , TOMS, Yatay e Subtle offrono già una moltitudine di modelli vegani per uomini, donne e persino bambini, che hanno anche il vantaggio di essere rispettosi dell’ambiente. Due cause alle quali i consumatori sono sempre più sensibili.

Tra i materiali più spesso utilizzati per compensare la pelle animale ci sono il cotone riciclato, il CWL – un materiale di origine biologica – o le fibre di alcuni frutti come l’ananas.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.