Nuova Zelanda, I dipinti di Van Gogh su container giganti

Reading Time: 1 minute read

a città di Wellington , in Nuova Zelanda, ha collaborato con Grande Exhibitions per presentare un’esperienza all’aperto unica nel suo genere con le opere di Vincent van Gogh . Da oggi fino al 26 ottobre 2020, migliaia di opere d’arte del maestro olandese vengono proiettate su una galleria temporanea all’aperto fatta di container impilati.

Ogni sera, i visitatori possono ammirare l’ opera colorata di Van Gogh in tour programmati di 45 minuti sotto i cieli notturni stellati .

Questa innovativa esperienza multisensoriale offre agli appassionati d’arte un modo sicuro e divertente per vedere i capolavori del pittore olandese durante la pandemia COVID-19.

Utilizza la tecnologia all’avanguardia SENSORY4 ™ per proiettare immagini immersive cristalline dei dipinti di Van Gogh.

Van Gogh Alive ha già debuttato mostre al coperto nell’emisfero settentrionale e in alcune parti del Sud America, ma questa sarà la prima volta che verrà ospitato all’esterno. La galleria è fatta su misura per Odlins Plaza, che si trova vicino al lungomare di Wellington.

Digital Nights Wellington – Van Gogh Alive è attualmente visibile a Wellington, Nuova Zelanda fino al 26 ottobre 2020.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.