Nuovi piani climatici UE e Cina

Reading Time: 1 minute read

L’Unione Europea (UE) e la Cina ha annunciato piani generali questa settimana per ridurre drasticamente le emissioni di gas serra per rallentare il ritmo dei cambiamenti climatici. Molti scienziati affermano che il clima caldo sta creando più uragani, inondazioni, incendi boschivi e altri eventi che minacciano milioni di persone e il economia globale.

L’UE e la Cina rappresentano due delle più grandi aree economiche del mondo e i maggiori produttori di gas a effetto serra.

I loro piani, annunciati il 14 luglio 2021, sono stati a lungo in discussione e dovrebbero durare anni prima che siano pienamente attuati. Ma sono considerati da molti responsabili politici come passi importanti per combattere i cambiamenti climatici, anche se alcuni ambientalisti affermano che le proposte non vanno abbastanza lontano.

I piani recentemente annunciati illustrano la ricerca dei leader europei e cinesi di essere in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici pochi mesi prima della prossima conferenza globale sui cambiamenti climatici in Scozia a novembre.

Quel progresso è in netto contrasto con gli Stati Uniti, con l’ambizioso pianoforte climatico del presidente Biden deve affrontare una rigida opposizione, capitale da parte dei rappresentanti dei rappresentanti, in un Congresso divisivo.

Il piano dell’UE è soprannominato “affare verde europeo”; limita drasticamente la dipendenza del blocco dai combustibili fossili e impone tasse alle importazioni da paesi che emettono alti livelli di gas a effetto serra.

L’UE ha rappresentato il 6,4% delle emissioni globali di gas in uscita nel 2019, il rinnovo del quarto emettitore più grande del mondo dietetico Cina, Stati Uniti e India.4

La sua quota del PIL globale era del 17,9% nel 2020.5 L’UE vuole raggiungere zero emissioni nette entro il 2050.

Fonte EU

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.