OCSE, forte aumento prezzi prodotti alimentari

Reading Time: 1 minute read

L’inflazione annuale nell’area dell’OCSE ha continuato a rallentare bruscamente allo 0,9% ad aprile 2020, rispetto all’1,7% a marzo e al 2,3% a febbraio. I prezzi dell’energia sono crollati del 12,2% ad aprile, dopo il calo del 3,7% di marzo; il più grande calo da settembre 2015. Al contrario, l’inflazione dei prezzi alimentari è cresciuta drasticamente al 4,2% in aprile, dal 2,4% di marzo, il maggiore aumento annuale da gennaio 2012.

Escludendo cibo ed energia, anche l’inflazione OCSE ha subito un brusco rallentamento all’1,6% rispetto al 2,1% di marzo. Questo è il tasso di inflazione più basso, esclusi cibo ed energia nell’area OCSE da febbraio 2014.

Le stime per l’area OCSE a maggio non sono attualmente disponibili, ma la stima flash di Eurostat 1 per l’area dell’euro indica che l’inflazione continua a rallentare (allo 0,1% rispetto allo 0,3% di aprile) a seguito di ulteriori cali dei prezzi dell’energia.

Fonte : OCSE

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il PMComunicazione è un supplemento alla Emmegi la cui testata giornalistica ha iniziato nel 1986 su carta, poi registrata in tribunale nel 1990; mentre su Internet esistente dal 1994, ma dal 1996 è un’Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96. Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni. Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze. Per contatti redazionali, emmegipress[@]#gmail.com

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.