Palau, una delle isole del Pacifico

Reading Time: 2 minutes read

Palau è una nazione delle isole del Pacifico famosa in tutto il mondo per le sue bellezze naturali e considerata una delle principali destinazioni di turismo marino al mondo.
L’arcipelago è composto da circa 200 isole naturali calcaree e lussureggianti isole vulcaniche circondate da lagune cristalline. Non sorprende che le immersioni subacquee e lo snorkeling siano alcune delle attività turistiche più popolari a Palau, grazie alle barriere coralline incontaminate e all’abbondanza di creature marine.

Il lago Jellyfish, parte delle famose Rock Islands della catena di isole e collegato all’oceano attraverso una serie di tunnel, ospita milioni di meduse che migrano attraverso il lago ogni giorno. Si dice che l’argilla terapeutica della laguna della “Via Lattea” contenga componenti che ringiovaniscono l’età che attraggono sia i locali che i turisti.

Nel 2019 sono stati oltre 89.000 i turisti internazionali che hanno visitato le isole. Questo è considerevole, visto che il piccolo paese ha solo una popolazione di poco meno di 22.000 abitanti. Con un numero così elevato di visitatori rispetto ai residenti permanenti, l’industria del turismo è di gran lunga la principale fonte di reddito economico e di occupazione sulle isole.

In collaborazione con Sustainable Travel International e Slow Food , il Palau Bureau of Tourism ha lanciato un nuovo progetto volto a mitigare la sua impronta di carbonio basata sul turismo.

L’obiettivo a lungo termine del progetto è quello di affermare il paese insulare come prima destinazione turistica ufficiale a emissioni zero al mondo. Con un focus su approcci specifici al turismo sostenibile , come la promozione della produzione alimentare locale e lo sviluppo di un piano di gestione del carbonio trasparente, il progetto servirà sicuramente da ispirazione per altri paesi.

Le preziose risorse marine, le dimensioni ridotte e la dipendenza dal turismo di Palau la rendono estremamente vulnerabile agli impatti dei cambiamenti climatici.

I pericoli dell’aumento della temperatura del mare minacciano gli ecosistemi marini del paese, le comunità costiere e l’importante industria del turismo. Come nel caso sfortunato di molte destinazioni di viaggio vulnerabili, l’industria del turismo su larga scala, nonostante fornisca la principale fonte di sostentamento per i suoi residenti, è anche responsabile di una parte delle sue emissioni di carbonio e delle minacce ai siti del patrimonio locale.

All’ingresso, tutti i turisti sono tenuti a firmare un impegno che promette di agire in modo rispettoso dell’ambiente e nel complesso sostenibile durante i loro viaggi al fine di proteggere le isole per le generazioni future.

I turisti rischiano una multa se vengono scoperti impegnati in attività come raccogliere souvenir di vita marina, nutrire pesci o squali , toccare o calpestare i coralli, sporcare e mancare di rispetto alla cultura locale. Il programma vieta inoltre agli operatori turistici di utilizzare plastica monouso e implementa lo standard nazionale di protezione solare più rigoroso al mondo.

Condividi nei social

PMCOMUNICAZIONE

Il magazine è un supplemento alla testata giornalistica Emmegipress.

La PM-Comunicazione è parte integrante della EMMEGI, testata giornalistica operante dal 1986 su carta, registrata in tribunale nel 1990, su Internet dal 1994 e dal 1996 Agenzia di Stampa Internazionale. Reg. trib. Fi nr. 4592 del 12/6/96.

Il logo/marchio di PMComunicazione è  coperto dal diritto d’autore.

L’Editore EMMEGI, per questo sito web e altri gestiti, si esula da qualsiasi ed ogni controversia che possa derivare dalla pubblicazione dei contenuti (testi, immagini, foto, ecc.), inesattezze e omissioni.Per ogni e qualsiasi controversia inerente ai contenuti di questo sito web fa fede il Foro di Firenze.

[ARCHIVIO NOTIZE PUBBLICATE]

Sei un giornalista?

Iscriviti nella pagina del social Facebook, per dialogare con oltre 1500 colleghi italiani. Se, invece, sei iscritto a Linkedin, aderisci al: Reporters Freelance.